09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 08:03:03

Cronaca News

La tragedia, ritrovato il corpo del tarantino scomparso in Abruzzo

Angoscia per un operatore tarantino del 118
Angoscia per un operatore tarantino del 118

Dopo tre giorni di ricerche, è stato ritrovato nel fiume Pescara il corpo senza vita di M. C., quarantasei anni, originario di Taranto ma da tempo residente a Lanciano, dove lavorava come autista del 118. Il corpo che era in prossimità di uno sbarramento di tronchi è stato rinvenuto dai sommozzatori dei vigili del fuoco. L’uomo aveva fatto perdere le tracce mercoledì scorso dopo aver postato sul suo profilo Facebook l’addio alla ex compagna e alle bimbe della donna.

Un messaggio toccante. Mercoledì pomeriggio, vicino al ponte di San Clemente a Casauria, era stata rinvenuta la sua macchina e un testimone, un automobilista di passaggio, aveva riferito di aver visto l’uomo accanto alla vettura ma solo per pochi istanti. Si sarebbe lanciato nel vuoto da una altezza di settanta metri. Alle ricerche hanno preso parte i vigili del fuoco, i carabinieri e gli specialisti del soccorso alpino e speleologico. Purtroppo è accaduto quello che si temeva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche