News Spettacolo

Gianmarco Carroccia canta Lucio Battisti

Domenica 11 agosto serata evento con le canzoni che hanno scritto la storia della musica italiana

Gianmarco Carroccia con Mogol
Gianmarco Carroccia con Mogol

Le più belle canzoni di Mogol e Battisti, interpretate da Gianmarco Carroccia, il fenomeno musicale dell’anno, nella serataevento in programma domenica 11 agosto al Mon Reve, il resort sulla Litoranea Salentina, in occasione del 50° anniversario dell’elegante struttura turistica. Molto più che un semplice concerto: sono tanti, infatti, i personaggi di spicco che interverranno alla serata che si terrà a bordo piscina. Gli ospiti saranno accolti dalla Mabò band che, proprio in questa occasione, girerà il “Mabò videoclip 2020”.

Ci sarà anche Francesco Scimeni con la sua folle e divertente magia, in questa circostanza resa poesia. E poi un’altra chicca di caratura internazionale che il direttore artistico, Giuseppe Fornaro, ha preparato per cogliere lo stupore del pubblico grazie alla disponibilità di Mauro Grassi e della Compagnia Italento, oltre che della famosa ballerina Francesca Pellegrini, protagonista assoluta dei videoclip “Beautiful Disaster” di Mika & Fedez, “Torna a casa” di Maneskin, “Straniero” dei Litfiba E in platea altri ospiti d’eccezione, come due eccellenze assolute dello sport italiano, Valentina Vezzali e Stefano Pantano, autentici campioni plurimedagliati della scherma. Le “Emozioni” (questo il titolo del tour dell’artista) vere arriveranno, comunque, da lui, Gianmarco Carroccia, “il vero erede di Lucio Battisti”, come lo ha definito il suo mentore, Mogol.

Un’incredibile somiglianza somatica e canora con il cantautore di Poggio Bustone, hanno fatto di questo giovane artista, allievo dello stesso Mogol con cui sta preparando un album, il fenomeno musicale dell’anno, con una serie di sold out nel suo tour estivo. Ospite di importanti trasmissioni televisive come il “Maurizio Costanzo show” e “Che tempo che fa” di Fabio Fazio, Carroccia proporrà al Mon Reve i più grandi successi di Battisti, in occasione del cinquantesimo anniversario della pubblicazione del suo primo album. Gli arrangiamenti sono affidati al chitarrista Marco Cataldi che compie uno straordinario lavoro di riscrittura di ogni singolo brano. L’evento prevede l’esecuzione, rigorosamente dal vivo, di tutti quei brani che meglio descrivono il fortunatissimo sodalizio Battisti/Mogol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche