Cronaca News

Rifiuti, Grandaliano risponde a Franzoso

Il direttore dell’Ager: «Il conferimento a Giugliano si sta svolgendo»

Discarica - archivio
Discarica - archivio

Rifiuti organici di Brindisi nell’impianto di com­postaggio di Giugliano, Gran­daliano risponde a Franzoso. “Sarebbe il caso di verificare le informazioni e, soprattutto, di approfondirle, prima di lasciar­si andare a precipitose dichia­razioni, che contribuiscono a creare confusione e polemiche a dir poco sterili”.

Lo ha dichiarato Gianfranco Grandaliano, direttore generale di Ager Puglia, rispondendo al consigliere regionale Franzoso.

“Il conferimento dei rifiuti or­ganici nell’impianto di Giu­gliano si sta svolgendo regolar­mente – ha spiegato il direttore generale di Ager Puglia – come dimostrano i formulari tecnici della stazione di trasferenza.

Il problema dell’impianto cam­pano è lo smaltimento dei sov­valli rivenienti dal trattamento dei rifiuti organici, che grazie a un accordo di collaborazione tra Ager e impianto di destina­zione di Giugliano, è stato ri­solto, consentendo alla frazione organica prodotta dalla provin­cia di Brindisi di essere regolar­mente trattata, con il corrispon­dente residuo di lavorazione che, invece, è conferito presso gli impianti pugliesi.

Inoltre, ci vediamo costretti a ribadire come la stazione di trasferenza di proprietà di Cisa sia altro sito, ben distinto, dal­la discarica e dal trattamento meccanico biologico- ha prose­ guito Grandaliano- la frazione organica proveniente da parte del brindisino, quindi, transita semplicemente dalla stazione di trasferenza, partendo entro e non oltre quarantotto ore ver­so l’impianto di compostaggio: fino a prova contraria, peraltro verificabile in qualsiasi momen­to, neanche un grammo di orga­nico è trattato o smaltito, quin­di, a Massafra.

Restiamo volentieri a disposi­zione della consigliera per ogni chiarimento – ha concluso Gian­franco Grandaliano – anche al fine di evitare la diffusione di informazioni che potrebbero creare inutili preoccupazioni per le comunità locali”.

Il consigliere regionale France­sca Franzoso in una nota aveva detto: “Prende corpo il sospetto che la montagna di rifiuti brin­disini stoccati a Massafra resti, alla fine, confinata nella Cisa, come sin da subito abbiamo ipotizzato, dal momento che non esiste una destinazione finale idonea per lo smaltimento.

Una volta per tutte, il presiden­te Michele Emiliano dica ai ta­rantini dove, se non a Massafra, verranno smaltite le tonnellate di rifiuti provenienti da Brindi­si”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche