28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 11:48:46

News Spettacolo

Alessandro Greco: «Io e… Miss Italia»

Il conduttore tarantino guiderà l’ottantesima edizione del programma in onda a settembre su Raiuno

Alessandro Greco
Alessandro Greco

«Dobbiamo ri­trovare il senso sano e pia­cevole delle cose belle che l’Italia rappresenta; anche questo è servizio pubblico e io ce la metterò tutta per realizzare una serata diver­tente e piena di sorrisi».

Parole di Alessandro Gre­co, il presentatore tarantino che condurrà la prossima edizione di Miss Italia in pro­gramma su Raiuno il 6 set­tembre. Greco, dunque, tor­na in prima serata sulla rete ammiraglia della Rai, dove di recente aveva condotto con successo il programma “Zero e lode”.

«Condurrò con entusiasmo e leggerezza, caratteristiche che ho nella vita e che por­terò sul palco».

Una delle prime dichiara­zioni rilasciate da Greco all’indomani dell’incarico affidatogli dai piani alti Rai. «Sento la responsabilità di questo incarico – assicura il presentatore – una grande attestazione di stima profes­sionale da parte dell’Ad del­la Rai, Fabrizio Salini, e del direttore di Raiuno, Teresa De Santis».

Greco, dunque, va ripren­dendosi posizioni che gli competono, per serietà e professionalità, lui che spesso ha dato l’impressio­ne di essere poco dispo­nibile ai compromessi. Per dirla con il calcio, per Greco ha sempre parlato il campo. Ha condotto al successo programmi come “Furore”, cancellato quando la con­duzione è passata di mano. E’ stato uno dei fortunati collaboratori di programmi come “Uno mattina” e “Car­ramba”, con Raffaella Carrà che in qualità di produttrice lo chiamò in veste di “spe­rimentatore” vincente di un programma di musica clas­sica per bambini su Raitre, “Il gran concerto” (bis l’an­no successivo). Non sapre­mo mai quanto lo stesso Greco sia d’accordo, ma il momento professionale più importante ha tre titoli: “Chi c’è c’è, chi non c’è non parla”, “No pro­blem – Viva l’I­talia” e “Shaker” targati Rtl. Ri­comin cia, infatti, dalla “radio in tv” il suo percorso artistico.

Con RTL sfoggia eleganza e competenza, caratteristiche non comuni con cui tratta anche gli argomenti più de­licati (ha studiato giurispru­denza) lo riposizionano nel gradimento del grande pub­blico. L’occasione arriva con “Zero e lode”, altra novità consegnata nelle sue mani da Raiuno. E anche questo è un successo. Evidentemente non hanno dovuto fare trop­pi calcoli l’Ad Rai, Salini, e il direttore di Raiuno, De San­tis, insieme con la Mirigliani, patron di “Miss Italia”, nel ragionare sul rilancio della manifestazione che compie ottant’anni. Insomma, detto delle linee-guida di un pro­gramma comunque collau­dato, quando Greco arriva la trasmissione se la cuce addosso.

Torniamo a Miss Italia. «Questo concorso ci aiuterà a ribadire, qualora ce ne fosse bisogno, che le donne italiane sono le più belle e le più brave del mondo, e che sono ca­paci di rivestire ad altissimo livello i ruoli più disparati; in questa edizio­ne verrà esaltata la bellezza italiana in tutte le sue forme, anche quella dell’Italia stes­sa: un’occasione per cele­brare la storia del concorso ma anche quella della socie­tà e del costume italiani».

Qualsiasi programma tele­visivo da Alessandro Greco conta sul suo inequivocabile brand: tono e garbo. Pro­babilmente aveva bisogno di questo suo stile il format della “più bella d’Italia” che riprende slancio dal ritor­no in Rai dopo cinque anni. «Condurrò con entusiasmo e leggerezza, caratteristi­che che ho nella vita e che porterò sul palco. Miss Italia non è mai stato un concor­so solo sulla bellezza, anche quando è stato contestato: la mercificazione della don­na appartiene ad altri ambiti e i telespettatori lo constate­ranno a fine serata».

Greco e il televoto. «Sono un conduttore nazionalpopola­re: il voto dei telespettatori darà loro la giusta sensazione di aver eletto la ragazza della porta accanto. Miss Italia sarà davvero la prefe­rita degli Italiani».

E per finire, un desiderio. «Sarei felicissimo di ripro­porre “Zero e lode”: è un programma che ha avuto un successo sorprendente, sarebbe una soddisfazione condivisa con il pubblico». Anche la sua anima gemella partecipò ad una edizione di Miss Italia (secondo posto). «Vero – sorride Alessandro Greco – quanto è vero che Beatrice Bocci, mia moglie, è la Miss più bella di sem­pre».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche