Emilia Blasi
Emilia Blasi

GROTTAGLIE – Produrre in modo tutto naturale uva da tavola di ottima qualità, l’unica in Italia coltivata applicando insieme le tecniche dell’agricoltura organi­ca e rigenerativa e i disciplinari dell’agricoltura biologica, e riusci­re a venderla sul mercato locale a un prezzo al pubblico accessibile, uguale a quello dell’uva prodotta utilizzando i tradizionali fertiliz­zanti e anticrittogamici.Questa è la scommessa di Emilia Blasi, 40enne grottagliese doc , che è tor­nata da Roma nella sua terra, per prendere in mano e sviluppare in modo innovativo l’azienda agricola di famiglia.

La sua è una storia al contrario. Come tanti è partita a 18 anni per andare a studiare in un’al­tra città, a Roma dove si è laureata in Scienze politiche. Nella Capitale ha poi trovato un lavoro stabile, un marito e ha dato alla luce due bam­bini. Ma sedici anni dopo Emilia Blasi decide di tornare a Grottaglie e dedicarsi all’azienda agricola di famiglia che rischiava di non pro­seguire l’attività. I genitori erano diventati anziani e i due fratelli di Emilia si erano trasferiti per lavo­ro in altre città. Una decisione non facile, anche perché il marito è un manager di una multinazionale con sede a Roma e così è costret­to a fare il pendolare, ma Emilia Blasi è testarda e non vuole tornare indietro. Ha deciso di diversificare radicalmente l’attività puntando su una nuova “innovazione naturale” per differenziarsi sul mercato. Nel fondo, per la prima volta in Italia in un vigneto da uva da tavola, sta applicando da anni le tecniche e i disciplinari della “agricoltura or­ganica e rigenerativa”, nel rispetto della natura e della biodiversità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche