Cronaca News

Chiuso il punto nascite di Castellaneta

L’attività è sospesa e i neonati trasferiti a Taranto

L'ospedale di Castellaneta
L'ospedale di Castellaneta

CASTELLANETA – Crisi all’ospedale di Castellaneta. L’attività del punto nascita è stata sospesa, a quanto pare per difficoltà operative. I quattro neonati che erano ricoverati nel reparto sono stati trasferiti all’Utin, l’unità di terapia intensiva neonatale del Ss. Annunziata di Taranto. Con la sospensione dell’attività si prende dunque atto della impraticabilità del punto nascita. Motivo? La mancanza di pediatri. Da ieri, 22 agosto, quindi, non si partorisce più a Castellaneta. Il problema della mancanza di pediatri è nazionale. Per fronteggiarlo, in Veneto il governatore Zaia ha deciso di procedere a 500 assunzioni di neolaureati non specializzati.

1 Commento
  1. Giuseppe Giacovazzo 1 anno ago
    Reply

    In italia mancano i medici ma medicina é una facoltà a numero chiuso.
    Non solo viene negato il diritto allo studio ma difronte a carenze così gravi si limita i posti dei futuri medici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche