30 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Luglio 2021 alle 06:57:00

Cronaca News

Consorzi di bonifica, buco nero: chiesti altri 6 milioni

La consigliera regionale Francesca Franzoso chiama la Corte dei Conti

Francesca Franzoso
Francesca Franzoso

«Il buco nero dei Consorzi continua a inghiottire milioni di denaro pubblico. L’ultima richiesta, in ordine di tempo, è di altri sei milioni di euro per la gestione corrente degli enti. La necessità di una nuova, massiccia, iniezione di risorse – due anni dopo la Riforma – dimostra che non è cambiato nulla: giro di poltrone, bilanci in perdita e risultati disastrosi». Lo dichiara Francesca Franzoso consigliere regionale di Forza italia, vicepresidente della commissione Bilancio.

«Emiliano si ostina a ricapitalizzare, con i soldi dei pugliesi, enti inefficienti, tecnicamente falliti, in perenne profondo rosso. I Consorzi, malgrado la Riforma, e il ripianamento dei debiti, chiedono, nel prossimo assestamento, sei milioni di euro per il pagamento degli stipendi ai dipendenti a fronte di zero servizi resi agli agricoltori. Insomma – evidenzia Franzoso – la Riforma di Emiliano, annunciata come “rivoluzionaria“ a tutela delle casse della Regione Puglia messe a rischio dalla dissennata gestione del passato, continua invece a produrre un vergognoso e incessante sperpero di denaro pubblico. In assenza di una gestione industriale degli enti, si persevera in sprechi, amministrazione selvaggia e perdite milionarie, su cui mi auguro prima o poi farà luce la Corte dei Conti». Intanto, nei giorni scorsi, le organizzazioni sindacali di categoria Filbi Uil Ugento-Li Foggi, Flai Cgil Bari, Fai Cisl Foggia, Fai Cisl Ugento e Arneo- Nardò, Fai Bari, Fai Cisl Puglia, Fai Bari e Filbi Puglia hanno incontrato il direttore del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo rurale e ambientale della Regione Puglia Gianluca Nardone ed il commissario unico straordinario dei Consorzi di Bonifica Alfredo Borzillo per «sottoporre all’attenzione del governo regionale le azioni e gli interventi necessari e urgenti di carattere programmatico e di cambiamento per l’intero ente e il comparto agricolo con la priorità di salvaguardare e valorizzare tutte le professionalità – si legge in una nota della Regione -.

Tra i punti sottoposti all’attenzione di Nardone ci sono stati il reperimento/ individuazione di una dotazione finanziaria consistente per assicurare la gestione dei Consorzi commissariati e mantenere i contratti di lavoro dei dipendenti almeno fino a fine 2019. Nell’incontro non si è mancato di far notare la preoccupazione per la richiesta di individuazione di finanziamenti per le somme da destinare esclusivamente alle opere di manutenzione straordinaria poiché questo renderebbe più efficiente l’operatività consortile e garantirebbe servizi efficaci ai consorziati. È a un punto fermo da due anni, inoltre, la questione ‘Consorzio unico’ rispetto e tempi e modalità per cui un incontro con il presidente della Regione e neo ‘assessore’ all’Agricoltura Michele Emiliano per i sindacati è più che auspicabile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche