26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 09:51:00

Cronaca News

Paura nel parcheggio, un bimbo resta chiuso in auto sotto il sole

La mamma disperata lancia l’allarme. Salvato dalla Polizia di Stato

Una volante della Polizia
Una volante della Polizia

Bimbo resta chiuso in auto: salvato da poliziotti. Momenti di panico ieri pomeriggio, intorno alle 16, nel parcheggio dell’Ipercoop. Tempesivo l’intervento degli agenti della Squadra Volante, allertati dalla sala operativa della Questura alla quale una donna, in evidente stato di agitazione, aveva chiesto aiuto.

Suo figlio, di poco più di un anno, infatti, era rimasto chiuso all’interno dell’autovettura ferma nel parcheggio del centro commerciale del rione Paolo VI. Il piccolo con il telecomando di aperture e chiusura delle portiere della macchina aveva inavvertitamente chiuso le serrature pochi istanti prima che la donna potesse entrare nell’abitacolo della vettura. Immediato l’intervento dei poliziotti che, pur impegnati dall’altra parte della città, sono arrivati in pochissimi minuti sul posto.

Il tempo necessario per assistere la donna, ancora in evidente stato di agitazione e gli agenti, considerata l’elevata temperatura esterna che avrebbe potuto provocare gravi conseguenze alla salute del bimbo, hanno deciso di infrangere il deflettore posteriore sinistro dell’auto. Non c’era tempo da perdere. Sono riusciti in pochi istanti ad aprire la portiera e a consegnare il piccolo tra le braccia amorevoli della madre la quale ha tirato un grande sospiro di sollievo. La donna, dopo aver abbracciato il figlioletto, ha ringraziato i poliziotti per il loro prezioso intervento. Un’altra mamma aveva ringraziato i poliziotti che nei giorni scorsi avevano soccorso una bimba di cinque anni che era caduta in strada in via Mediterraneo e aveva riportato una ferita alla testa. Una pattuglia della Polizia era stata attirata dalle grida di una donna in preda a una crisi di panico mentre cercava di fermare il sangue premendo con un tampone di fortuna sulla ferita riportata dalla piccola. Uno dei due agenti si era messo alla guida della vettura della donna, seguendo l’auto di servizio con i segnali di emergenza accesi.

La piccola era arrivata rapidamente al Pronto Soccorso dell’ospedale Ss. Annunziata. Dopo le medicazioni la bambina aveva voluto fare una foto con i poliziotti, che aveva defi nito suoi “angeli”. Intanto non si ferma l’attività di controllo disposta dal questore Bellassai nell’ambito del progetto “Comunità più Sicure” Gli agenti del Commissariato di Manduria con il supporto del XV Reparto Mobile di Taranto di un equipaggio del Reparto Cinofili di Brindisi e degli agenti della Polizia Locale di Manduria ha proceduto a numerosi controlli nella zona di San Pietro in Bevagna. Tre i posti di blocco istituiti lungo la litoranea jonico- salentina. Particolare attenzione all’uso del casco per imotociclisti. Elevate numerosissime multe e sequestrati diversi scooter i cui coinducenti erano senza copertura assicurativa. Controllati bar, ristoranti ed esercizi commerciali per la verifica sul rispetto delle norme sull’uso, la conservazione e la somministrazione di alimenti e bevande. Un venditore ambulante di frutta e verdura, privo delle previste autorizzazioni è stato c sanzionato. I circa due quintali di merce sono stati sequestrati. All’ambulante, un 37enne del posto, sono state elevate sanzioni amministrative per 5.000 euro.

Poi con l’ausilio di una squadra di addetti di E-Distibuzione sono state effettuate mirate verifiche per contrastare i furti di energia elettrica. In un appartamento situato sulla Litoranea jonico-salentina è stato scoperto un allaccio abusivo alla rete elettrica. Il titolare del contratto di fornitura di energia, un brindisino di cinquantotto anni è stato denunciato in stato di libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche