13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Cronaca News

Il Comune dichiara guerra agli incivili

Presentati i primi cinque vigili ecologici

Presentati i primi cinque vigili ecologici
Presentati i primi cinque vigili ecologici

Sono stati presen­tati lunedì mattina, nella sede del comando della Polizia Lo­cale di via Acton, i 5 nuovi vi­gili ecologici Amiu che saran­no impiegati nel controllo del territorio. Dopo la formazione ricevuta, che ha visto come do­centi proprio i funzionari del corpo di Polizia Locale, i vigili ecologici scenderanno in strada per stanare abusi e irregolarità in materia di decoro e igiene urbana.

Presentati i primi cinque vigili ecologici
Presentati i primi cinque vigili ecologici
Presentati i primi cinque vigili ecologici
Presentati i primi cinque vigili ecologici

«Il percorso formativo che ab­biamo avviato con il progetto dei vigili ecologici – le parole del presidente Amiu Carloal­berto Giusti – ha un duplice sco­po: qualificare ulteriormente il nostro personale, che in questo modo acquisisce competenze specifiche arricchendo la platea dei servizi offerti dall’azienda, e rispondere alla specifica esi­genza manifestata dal socio, un upgrade delle capacità di con­trollo del territorio che integri l’ottimo lavoro già svolto dalla Polizia locale. Partiamo con 5 unità, che affiancheranno altret­tanti agenti anche per affinare la formazione ricevuta, ma sia­mo orientati a triplicare questo numero con l’obiettivo finale di costituire un corpo autonomo dotato di mezzi di trasporto e telecamere. A regime, credia­mo che questo servizio avrà una funzione deterrente che con­tribuirà alla diminuzione degli abusi (abbandono ingombranti, conferimento fuori orario, ecc.) e al conseguente risparmio di risorse umane ed economiche necessarie per ristabilire il de­coro».

Il comandante Michele Mati­checchia, ha sottolineato come l’esperienza maturata dalla sezione “Ambientale” della Polizia Locale nel controllo del territorio, dietro l’impulso dell’assessore Gianni Cataldi­no, abbia già dato ottimi risulta­ti, nonostante le risorse umane appena sufficienti. «La presen­za di ulteriori unità fornite da Amiu – ha aggiunto – ci consen­tirà di migliorare questa perfor­mance. Ritengo che almeno per i primi mesi dovremo operare in totale sinergia».

Lo scopo, in ogni caso, non è solo punire. La presenza dei vigili ecologici, così come l’at­tività della Polizia Locale, sono elementi di una strategia mirata ad aumentare la percezione del­la presenza dell’amministrazio­ne sul territorio. «La lotta agli abusi, la tenuta del decoro cit­tadino, il rispetto delle regole – ha spiegato il vicesindaco Paolo Castronovi – sono esigenze vi­tali per l’amministrazione Me­lucci: stiamo dimostrando che gli incivili si possono combat­tere, servono solo gli strumen­ti giusti. Ecco perché abbiamo sollecitato la nostra partecipata affinché avviasse l’esperienza dei vigili ecologici: la compe­tenza specifica nel settore del­la tutela ambientale maturata dai suoi dipendenti, infatti, è il valore aggiunto del quale ave­vamo bisogno per dare una ri­sposta efficace alla domanda di maggior controllo che giunge dai cittadini. Indubbiamente, anche un’intera “divisione” di vigili ecologici non basterà se non comprenderemo tutti che la città è un’estensione delle no­stre case. Perché idealmente, il nostro obiettivo è non aver al­cun bisogno dei vigili ecologici, tanto saremo bravi a rispettare le regole; nel frattempo, però, consideriamoli nostri alleati nella lotta all’inciviltà e non ba­nalmente dei fastidiosi control­lori. Dai loro taccuini passerà l’opportunità di vedere una città più decorosa».

Al termine della presentazione, vigili ecologici Amiu e agenti della sezione “Ambientale” del­la Polizia Locale hanno com­piuto una sorta di “prova gene­rale” in via Messapia, nei pressi dell’ufficio del Giudice di Pace, postazione tristemente nota per il continuo abbandono di rifiu­ti ingombranti. Sul posto sono stati raccolti elementi per risa­lire agli autori del conferimento abusivo, coinvolgendo anche gli abitanti della zona.

1 Commento
  1. vittoria orlando 2 anni ago
    Reply

    speriamo che sia la volta buona anche se mi chiedo come cinque vigili ecologici possano controllare un territorio così lungo e soprattutto le zone costiere, dove per mancanza di illuminazione è molto facile abbandonare di tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche