21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 19:54:00

Attualità News

La Puglia è la meta estiva preferita dagli italiani

L’indagine del Codacons: È stata scelta dal 21% delle famiglie

I crocieristi a Taranto
I crocieristi a Taranto

La Puglia è la meta turistica preferita dagli italiani per l’estate 2019.

Lo sostiene l’Associazione nazio­nale Codacons, Coordinamento delle associazioni per la difesa dell` ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, che af­ferma che la Puglia è stata scelta dal 21% delle famiglie, seguita da Sicilia, Toscana e Liguria.

Turisti e crocieristi, ad esempio, hanno potuto ammirare le bel­lezze del capoluogo ionico, oltre al museo Marta ed al Castello Aragonese dove, a Ferragosto, si è registrato il record giornaliero di visitatori.

Secondo Codacons nella ripresa del turismo italiano che tra giu­gno e agosto segna una spesa per le vacanze estive complessiva­mente di 25,4 miliardi di euro, con una crescita del giro d’affari del +5% rispetto al 2018, la Pu­glia è stata la destinazione favo­rita dagli italiani e il numero di cittadini che si è concesso una vacanza è aumentato del +41% rispetto a 10 anni fa.

«Si tratta – hanno dichiarato in una nota congiunta il presiden­te della regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Lore­dana Capone – di un risultato che premia il grande sforzo di pro­grammazione per un vero salto di qualità del turismo in Puglia».

«Siamo molto soddisfatti – hanno evidenziato il Presidente Emilia­no e l’Assessore Capone – perché questi numeri raccontano innan­zitutto la straordinaria capacità dei pugliesi di accogliere e far sentire a casa i turisti. È proprio di questi giorni la notizia di un post social scritto da una giova­ne turista milanese stregata dal­la Puglia, che ha raggiunto oltre mezzo milione di persone. An­che gli operatori turistici stanno investendo molto in qualità dei servizi e formazione del perso­nale ed è evidente che anche le politiche messe in campo dalla Regione Puglia nel corso di que­sti anni hanno determinato questi risultati che ci confortano anche in termini di nuova occupazio­ne (+4% dal 2017 al 2018) in un settore trainante dell’economia pugliese».

«Stiamo investendo – hanno spie­gato Emiliano e Capone – su una Puglia che offra strutture ricettive migliori, che offra complessiva­mente una migliore accoglienza nei centri storici, dove il restauro dei tanti monumenti propone una Puglia ancora più bella. A questo si aggiunga il grande lavoro fatto insieme ai Comuni e alle istitu­zioni per una programmazione di eventi piccoli e grandi che punti ad avere turisti tutto l’anno. Le politiche di destagionalizzazione sono risultate particolarmente vincenti e a tale proposito è bene ricordare lo straordinario lavoro di Aeroporti di Puglia e le con­nessioni con tutte le città nazio­nali e internazionali che aumen­tano di anno in anno, producendo risultati straordinari”. Nei primi sette mesi del 2019, infatti, tra Bari e Brindisi i passeggeri sono stati 4.603.691, in crescita del +10,8% rispetto al 2018. Ottimi risultati per la linea nazionale, in crescita del +5,9%, ma soprattut­to per la linea internazionale che con 1.711.822 passeggeri segna un +20,73 rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno».

«Il risultato evidenziato dal Co­dacons racconta, inoltre, una Pu­glia che tutela il suo ambiente, i suoi borghi e il suo mare che vanta ben 13 bandiere blu grazie anche agli investimenti sulla de­purazione delle acque; un luogo magico che coniuga passato e fu­turo e dove il viaggiatore può co­gliere emozioni speciali, territori stupendi e un’enogastronomia in­dimenticabile».

«Continuiamo a lavorare – han­no concluso Emiliano e Capone – per puntare sempre più in alto e valorizzare tutte le aree della nostra regione: dopo gli straor­dinari riconoscimenti di Lonely Planet, dopo un anno “stellare” per il cinema made in Puglia con l’alternarsi di prestigiosi artisti, registi e produttori su tutto il territorio pugliese, dopo essere stati scelti da personag­gi famosi di tutto il mondo, ab­biamo avuto nei giorni scorsi il riconoscimento più grande con la Città di Taranto che si aggiu­dica i Giochi del Mediterraneo. I Giochi del Mediterraneo a Taranto, che si svolgeranno nel 2026, rappresentano una scelta politica fondamentale: non stia­mo lavorando solo per l’oggi, ma lavoriamo per costruire una Puglia più ricca e accogliente anche per il futuro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche