x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Cronaca News

Presto aree verdi riservate ai cani

L’iniziativa del Comune di Taranto dedicata agli “amici a quattro zampe”

Cani a passeggio
Cani a passeggio

L’amministrazio­ne Melucci continua ad investi­re in servizi dedicati al benesse­re dei cittadini e degli animali da affezione, promuovendone la cura, quale elemento fonda­mentale ed indispensabile della tutela dell’ambiente.

«Cani e gatti – fa sapere l’as­sessore Francesca Viggiano – vengono ormai considerati membri effettivi del nucleo fa­miliare, abbiamo pertanto rite­nuto necessario riconoscere la cultura cinofila come elemento di sviluppo sociale finalizzato alla costituzione di nuovi mo­delli integrativi del cane nel contesto sociale urbano. Nasce, così, la necessità di individua­re delle aree verdi attrezzate dove è possibile lasciarli liberi di sgambettare, di correre, di giocare con i loro simili, per permettere l’attività motoria e contestualmente salvaguardare la sicurezza dei cittadini che ne usufruiscono».

«Riqualificare alcune aree, at­trezzarle e opportunamente re­cintarle permettendo ai cani di muoversi liberamente in spazi verdi a loro riservati allo sco­po di favorire il loro benessere, è un grande gesto di civiltà in quanto si rende la città più vivi­bile e si affrontano le esigenze di tutti i cittadini. Naturalmente i proprietari dovranno attenersi a una serie di regole e obblighi, al fine di tutelare le aree comuni ed i fruitori. Le aree attrezzate per il movimento dei cani po­tranno essere date in gestione ad Associazioni iscritte nel re­gistro regionale o riconosciute a livello nazionale il cui statuto indichi come finalità la prote­zione degli animali e dell’am­biente, mantenendo comunque la finalità pubblica del servi­zio».

«Di intesa con l’assessorato all’Urbanistica e dopo un at­tento e partecipe confronto con cittadini ed associazioni – fan­no sapere da Palazzo di Città – sono state individuate alcune aree verdi riservate ai cani e altre verranno individuate suc­cessivamente, nei seguenti par­chi: Parco del Mirto, Villa At­tica, Villa Peripato, Piazza Pio XII, Giardini De Curtis, nonché l’area situata accanto al Pala­fiom, segnalata dall’Osserva­torio Permanente Salinella con il quale abbiamo avuto modo di confrontarci e costruire un percorso condiviso. Pratica che intendiamo promuovere anche negli altri quartieri cittadini. Si procederà ora con l’emanazione di un avviso pubblico per l’af­fidamento delle suddette aree ben delimitate per evitare rischi a cani e cittadini aver attrezza­te secondo le esigenze dei cani, dei loro padroni e naturalmente dei cittadini».

1 Commento
  1. CICCIO 3 anni ago
    Reply

    In piazza Bettolo c’è una piccola area cani.. Ci siete mai passati ? Beh andateci.. Un puzzo di piscio da stare male.. Ovviamente escrementi dentro e soprattutto fuori, a decine e decine. Tutto bello quello che si dice, ma tutto si scontra con la realtà dei possessori di cani. ma perchè deve essere obbligatorio avere un cane ? Chi non ha un cane è forse una cattiva persona ? Non è vero forse il contrario? Si parla di educazione civica, quindi perchè non insegnare ai bambini che avere un cane è un obbligo al rispetto di tante regole e tanti sacrifici ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche