14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca News

Il Comune di Taranto riaprirà l’area archeologica di largo S. Martino

Sopralluogo degli assessori Ressa e Viggiano

Sopralluogo degli assessori Ressa e Viggiano
Sopralluogo degli assessori Ressa e Viggiano

«Siamo pronti a partire con i lavori già nelle pros­sime settimane. Vogliamo riaprire quest’area in autunno». Primo so­pralluogo, in attesa della riunione operativa con il team di “Taranto sotterranea”, degli assessori comu­nali Augusto Ressa (Urbanistica) e Francesca Viggiano (Patrimonio) nell’area archeologica di largo San Martino. «Nel circuito di visita del­le aree archeologiche di Taranto si inserisce anche l’area di largo San Martino – ha spiegato l’assessore Ressa – estremamente interessante perchè conserva significativi ele­menti della Taranto bizantina. Ol­tre alle strutture bizantine, come avviene in tutta la parte antica di Taranto, esiste una stratificazione storica che racconta anche momen­ti più antichi della vicenda costrut­tiva di questa città, infatti, insieme alle vestigia bizantine sono visibili tratti importanti delle mura greche realizzati con blocchi di grandi di­mensioni visitabili anche attraver­so un percorso in quota, una passe­rella che dava la possibilità di avere una visione completa dell’intera area archeologica».

«Abbiamo deciso di investire in questa area archeologica – ha evi­denziato l’assessore Viggiano – al fine di rimetterla nella disponibili­tà di tutta la cittadinanza e di tutti i turisti con un intervento che verrà effettuato nelle prossime settimane e che ci consentirà, per il prossimo autunno, di riaprire questa perla dell’Isola Madre che in molti ri­corderanno prima dei raid vanda­lici e che adesso stiamo riportando all’antico decoro e all’antico fasto. Quindi buon lavoro a quanti opere­ranno in questo cantiere che sicura­mente andrà ad arricchire l’offerta archeologica tarantina».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche