News Spettacolo

In oltre 12.000 al Cinzella Festival

Dal 17 al 20 agosto le Cave di Fantiano a Grottaglie prese d’assalto durante i vari live concert

I Franz Ferdinand
I Franz Ferdinand

GROTTAGLIE – Bilancio positi­vo anche per la terza edizione del Cinzella Festival, andato in scena a Grottaglie ad agosto, dal 17 al 20.

Oltre 12.000, infatti, le presenze alle Cave di Fantiano, location per i live.

La direzione artistica dell’e­vento dedicato alla musica e al cinema, organizzato dall’asso­ciazione culturale AFO6 – Con­vertitori di idee in collaborazio­ne con Radar Concerti e con il Patrocinio di Apulia film com­mission, anche quest’anno è stata firmata dall’attore taranti­no, Michele Riondino.

Oltre dodicimila, dicevamo, per accogliere Franz Ferdinand, Afterhours, Battles, White Lies, Marlene Kuntz, I Hate My Villa­ge, Digitalism, Giungla e tutti gli artisti che hanno preso parte a questa riuscitissima nuova edi­zione

Sono giunti da ogni parte d’Ita­lia e d’Europa in migliaia: quat­tromila solo nell’ultima serata “sold-out”. Le oltre 12mila pre­senze sono state fondamentali per la riuscita del festival, defi­nite dall’organizzazione “polo catalizzatore dell’energia posi­tiva del luogo ed l’elemento ca­pace di trasferirla ai musicisti sul palco che non a caso, let­teralmente investiti dalle “good vibrations”, hanno prodotto de­gli show memorabili. Grande successo anche per il “Cinzella Stage”, l’altro palco naturale più piccolo dove dal­le 19 di ogni sera si sono al­ternate le più acclamate realtà musicali del panorama del Sud Italia: (Leitmotiv, Elius Inferno & The Magic Octagram, Mother Nature, Walter Celi, N.A.I.P., Sound’s Borderline, Studio 82 e Minimanimalist) e che dopo i concerti degli headliner, si trasformava in una dancefloor dove si è ballato con i dj set di Luca De Gennaro, Party Smith, Miss Pia e Fabio Nirta.

E l’obiettivo di AFO6 era pro­prio questo: costruire un festi­val attorno al pubblico.

Un’edizione complessa, quella che a conti fatti ha consacra­to definitivamente il Cinzella come festival di spessore in­ternazionale e uno dei migliori happening musicali nazionali.

Lo dicono i numeri, lo dicono i social, lo dice la stampa, lo dicono gli artisti, ma soprattut­to lo ha decretato il pubblico con una valanga di commenti e messaggi entusiasti, lasciati sulle pagine social così come lo dimostrano anche le struttu­re ricettive occupate, insieme ai ristoranti, ai musei e ai centri storici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche