Altri Sport News Sport

Integrazione e sport, ritorna “Tutti insieme si può” a Martina Franca

Riparte il progetto ideato dal Ministero dello Sport. Protagonista la società TT Olimpia

Tennis Tavolo a Martina Franca
Tennis Tavolo a Martina Franca

MARTINA FRANCA – “Tutti insieme si può”: riparte il proget­to di inclusione sociale e sport

Settembre è il tempo della “ri­partenza” e torneranno a battere a pieno ritmo le palline di ping pong sui tavoli. Riprende a pieno regime anche il progetto “Tutti insieme si può”, una bella inizia­tiva che coniuga sport, inclusione sociale e formazione. E’ il per­corso ideato dal Ministero dello Sport in tutto lo Stivale, che ha finanziato 25 progetti in Italia, e solo 2 in Puglia. Martina Franca è presente grazie alla storica socie­tà pongistica del TT Olimpia, che con l’infaticabile lavoro del presi­dente Giuseppe Serio non smette mai di creare valore aggiunto ad uno sport molto amato in Valle d’Itria. Nel mese di agosto ci si è concentrati su diversi incon­tri formativi portati avanti dalla psicologa del progetto, Emanuela Schiavone, e dalla nutrizionista Valeria Donatella Caramia; ma è stato tempo anche di bilanci, con l’analisi dei dati che hanno per­messo ai tecnici (Giuseppe Serio, Donato Raguso, Stefano Altavilla e Alessia Carrieri) di fare un bi­lancio sui risultati ottenuti dagli atleti, anche per programmare al meglio la fine del percorso pro­gettuale con obbiettivi precisi.

Va ricordato che sono ben 100 i ragazzi che dallo scorso mese dicembre si stanno allenando nelle palestre delle scuole cit­tadine “Marconi”, “Chiarelli” e “Grassi”, selezionati dai partner dell’Associazione Temporanea d’Impresa, la cooperativa “San Giuseppe dei Lavoratori”, l’as­sociazione “Amar down”, l’asso­ciazione “Salam ong” e l’Istituto Comprensivo “Giuseppe Grassi”. Si tratta di realtà tutte martinesi operanti nei campi dell’educazio­ne, dei minori, della disabilità, dell’integrazione e della forma­zione che hanno fornito un sup­porto determinante alla mission progettuale, insieme all’ammini­strazione comunale con l’asses­sore allo sport Tiziana Schiavone.

A giugno si era fatto un primo bilancio dell’iniziativa. I 100 ra­gazzi, di età compresa tra i 6 e i 14 anni e selezionati dagli istituti scolastici cittadini, dalle asso­ciazioni partner del progetto e dall’assessorato ai sevizi socia­li, hanno vissuto in tre palestre diverse una bella occasione di incontro e di integrazione, prati­cando uno sport sano e vivendo anche un momento formativo im­portante per la loro età. Tutto è stato possibile grazie all’azione sinergica portata avanti con i di­versi dirigenti scolastici coinvolti, che hanno selezionato e indiriz­zato in maniera razionale e pro­ficua i diversi ragazzi da avviare a questa attività di sport e inte­grazione. “Vorrei proprio partire da qui – ha evidenziato il presi­dente del TT Olimpia Martina, Giuseppe Serio – dalla perfetta selezione effettuata dalle scuole, capace di considerare il bisogno e la motivazione, in linea con la mission progettuale. Ne approfit­to per dire che siamo aperti anche a ulteriori inserimenti di ragazzi con l’avvio del nuovo anno sco­lastico. A metà percorso siamo pienamente soddisfatti, non solo in termini numerici, ma anche di partecipazione. I ragazzi si alle­nano con regolarità e il merito va dato anche ai tecnici qualifi­cati e agli sparring dell’Olimpia Martina, capaci di trasfondere con passione gli insegnamenti ai giovani atleti”. Ma le notizie an­cora il presidente del TT Olimpia Martina, Giuseppe Serio. «Dal prossimo 6 ottobre inizieranno i campionati nazionali e regionali di tennistavolo e alcuni atleti che hanno partecipato al progetto sa­ranno inclusi nelle squadre del TT Olimpia. Sarà per loro un bel banco di prova dal punto di vista della sana competizione sportiva, ma soprattutto un’occasione per una maggiore socializzazione». Va ricordato che sono ben 6 le squadre della società pongistica martinese impegnate in diversi campionati, una in C1 e una in C2 nelle competizioni nazionali, una in D1 e tre in D2, nei tornei regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche