02 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 02 Dicembre 2020 alle 19:14:04

Cronaca News

Un 17enne picchiato a sangue per rubargli il cellulare

In ospedale con il volto tumefatto ed una frattura al setto nasale

Commissariato di Martina Franca
Commissariato di Martina Franca

Picchiato a sangue per portargli via il cellulare.

Il malcapitato, di appena 17 anni, è stato costretto alle cure dei medici al Pronto soccorso di Martina Franca dove è giunto con il volto tumefatto ed il setto nasale rotto. Sul posto sono arrivati gli agenti del Commissariato di Martina Franca che hanno incontrato il 17enne che era stato accompagnato dai propri genitori. Nonostante le prime reticenze del giovane aggredito, che aveva inizialmente raccontato ai medici di essere stato coinvolto in un incidente stradale, i poliziotti hanno pazientemente ottenuto la sua fiducia riuscendo a ricostruire l’accaduto. Mentre rincasava nella sua casa di Crispiano, era stato aggredito da un giovane conoscente che, dopo averlo violentemente percosso, gli aveva rubato anche il telefono cellulare, minacciando ulteriori conseguenze se avesse dato notizia dell’accaduto alle Forze dell’Ordine.

Il 24enne, incensurato, è stato raggiunto dagli agenti ed accompagnato negli uffici di polizia. Davanti alle incalzanti domande dei poliziotti, il 24enne non ha potuto far altro che ammettere le sue responsabilità sia per l’aggressione che per il  furto del cellulare, accompagnandoli successivamente sul posto, dove erano ancora presenti evidenti tracce di sangue. L’aggressore è stato denunciato in stato di libertà per lesioni personali aggravate, minacce e rapina.

Il 17enne, dopo le cure del caso, è stato dimesso dall’Ospedale con una prognosi di 20 giorni.

1 Commento
  1. Marinella 1 anno ago
    Reply

    Bisogna avere il coraggio di denunciare questa gentaglia altrimenti domani ognuno di noi potrà ritrovarla davanti. Io cmq un sano “mazziatone” lo farei al bullo 24enne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche