Cronaca News

Firmato il patto per il Mar Piccolo

Accordo tra Comune, Soprintendenza, Cnr e Slow Food

Taranto vista dal mare
Taranto vista dal mare

Patto per il ri­lancio del Mar Piccolo. Sono stati siglati a Palazzo di Città, tre protocolli d’intesa tra Co­mune, Soprintendenza, Cnr e Fondazione Slow Food per la Biodiversità. L’accordo rientra nel progetto “reMar Piccolo: natura e tradizioni per rivivere il mare”. L’obiettivo è quello di realizzare, nell’arco di un bien­nio, presidi Slow Food di cozza nera tarantina e ostrica del Mar Piccolo. Sarà effettuato anche uno studio scientifico utile a te­stare la coltivazione di canapa o altre fibre vegetali all’interno di siti archeologici. Successiva­mente, sarà utilizzata per la re­alizzazione di reti biodegrada­bili. In questo caso, la finalità è quella di ridurre drasticamente il fenomeno del “marine litter”, ovvero la presenza di rifiuti in mare. «Vogliamo generare blue economy per creare nuove op­portunità sociali – ha spiega­to il sindaco Rinaldo Melucci – Occorre mettere in atto una strategia di tutela e sviluppo del nostro prezioso patrimonio marino. Stiamo mettendo ordi­ne nelle concessioni. Speriamo arrivi una parte importante di sviluppo economico non più soltanto fondato sulla grande industria».

Il progetto prevede anche la realizzazione di azioni imma­teriali finalizzate alla valoriz­zazione dei paesaggi costieri del secondo seno marino, attra­verso attività di comunicazione, sensibilizzazione ed animazio­ne territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche