News Spettacolo

RocknRolla, i maghi dei Re Edit

In giro per il mondo fra vinili, dj, locali: si fa tappa in Olanda

RocknRolla
RocknRolla

Anche que­sta settimana sono in giro per l’Europa, esattamente in Olanda, per incontrare i RocknRolla Soundsystem, formazione composta da quattro dj producer partico­larmente specializzata in Re Edit. Ovvero, rielaborazioni di grandi successi del passato.

Dal 2012 il collettivo olandese produce rielaborazioni di tan­tissime tracce interessanti al punto da diventare un nome familiare nella scena dell’edi­toria globale.

Oltre ai generi a me cari come il funk, soul e disco, quello che li distingue è il non tirarsi indietro dall’accettare il mon­taggio di musica meno con­sueta nel campo dei Re Edit come melodie di cantanti, rock, reggae, jazz o blues.

Van Morrison, The Rolling Stones, Sixto Rodriquez, BB King e Oasis sono solo alcu­ne delle

loro più insolite scelte di rila­vorazione.

Il loro lavoro pubblicato su Island / Universal Mu­sic Group, Katakana Edits, Springbok Records, Vehicle e Alpaca Edits è acclamato dalla critica e apprezzato da grandi nomi radiofonici come Craig Charles (BBC Radio), Gilles Peterson (BBC Radio & Worldwide FM) e Jeremy Sole ( KCRW USA).

Nato dalla scena house e techno nella città di Gronin­gen (Paesi Bassi), RocknRolla Soundsystem è stato fondato sull’idea di essere in grado di riprodurre versioni ballabili e melodiche di melodie auten­tiche.

Ogni componente della band è un vero e proprio archivio musicale vivente e possiede una vasta collezione musicale piena di materiale, dai primi anni sessanta fino ai giorni nostri. Ed è proprio da que­ste memorie che attingono i Rocknrolla quando decido­no di scegliere materiale per nuovi progetti di remix. Tutti i rework rilasciati sono con­trassegnati con l’annotazio­ne: “Questa modifica viene eseguita rispetto all’originale da RocknRola Soundsystem”. Didascalia che non viene ag­giunta per caso in quanto le produzioni della band spes­so sono molto fedeli e vicine all’originale. Tutto questo ha portato ad un solido catalo­go di oltre 40 brani e le loro tracce più importanti supe­rano facilmente le 200.000 riproduzioni su Soundcloud, Youtube e altre piattaforme online.

Nel corso della loro carriera i RocknRolla Soundsystem si sono esibiti con artisti del calibro di Gramatik e si sono uniti ai The Monophonics nel loro tour olandese. A questo punto indago, come al solito sulla situazione musicale, nel loro paese: mi confermano che anche in Olanda non è af­fatto facile farsi spazio e pro­porre musica di qualità. An­che i media sembrano poco interessati: non a caso i loro riscontri arrivano più dall’e­stero che dal loro paese. Cer­to si ritengono fortunati per aver partecipato a quasi tutti i festival e per essere piuttosto richiesti, ma ritengono il tutto ancora troppo poco e i com­pensi inadeguati rispetto al volume di lavoro. Certo regi­strano anche un cambiamen­to in meglio che lascia ben sperare per il futuro! Ecco la chart delle tracce preferite: 1- Plus the requested Top 10 Tracks we dig; 2- Bobby Darin – Me and Mr. Hohner; 3- Aretha Franklin – Swee­test Smile And The Funkiest Style; 4- Marvin Gaye – Inner City Blues (RocknRolla Soun­dsystem Edit); 5- Charles Mingus – Blue Cee; 6- Willie Colon – Che Che Cole; 7- Mo­odymann – I Can Kick This Feeling When It Hits; 8- Prin­ce – Cold Coffee & Cocaine (RocknRolla Edit); 9- Wu Tang Clan – Triumph; 10- The Black Crowes – My Morning Song -Carl Craig – Tres Demented (Laurent Garnier Mix).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche