News Provincia

Emissioni odorigene a Manduria, Stea risponde a Galante

Il depuratore comunale di Manduria
Il depuratore comunale di Manduria

MANDURIA – Emissioni odo­rigene, Stea risponde e Galante “Sono stati stati avviati, da parte degli enti competenti, interventi di monitoraggio delle emissioni odo­rigene a Manduria per individuare la fonte delle emissioni e di fornire informazioni circa l’eventuale tos­sicità? E’ quanto chiede in un’inter­rogazione Marco Galante (M5S).

L’assessore all’Ambiente Giovanni Stea fa presente che il 20 febbra­io scorso l’Arpa Puglia ha riferito che l’attività di controllo riguar­dava l’impianto di compostaggio Eden 94 Srl, autorizzato con Aia di competenza regionale con relative prescrizioni. La stessa Arpa ha evi­denziato che le prescrizioni risulta­vano non ottemperate. Pertanto è stata concessa una proroga di 30 giorni per adeguarsi alle autoriz­zazioni regionali. Quanto, invece, all’impianto di biostabilizzazione e di discarica gestito da Mandu­riambiente Spa, la Regione Puglia, ha fatto presente l’assessore, è in attesa di ricevere dall’Arpa Puglia la documentazione sull’avvenuto controllo sull’attività di monitorag­gio delle attività ispettive condotte a giugno 2018. Con riferimento, ai dati di monitoraggio del solfuro di idrogeno effettuato presso il depu­ratore comunale di Manduria, si è rimessa ogni valutazione all’Asses­sorato regionale ai Lavori pubblici, in considerazione della trasmissio­ne dei dati aggiornati al mese di ot­tobre 2018 da parte di Arpa Puglia al Servizio tutela delle acque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche