News Provincia

Monteiasi, attesa la festa del SS. Crocifisso

Appuntamento i prossimi 13 e 14 settembre

Festa del SS. Crocifisso a Monteiasi
Festa del SS. Crocifisso a Monteiasi

MONTEIASI – Tutto pronto a Monteiasi per l’attesissima festa patronale del S.S.Crocifisso, sem­pre molto partecipata dalla comu­nità locale , prevista per il 13 e 14 settembre. La ricorrenza religiosa e civile di questo periodo è fami­liarmente denominata dai mon­teiasini “ lu Crucifissu Cranni” (ovvero il “Crocifisso Grande”, giornata dedicata dalla Chiesa all’Esaltazione della Croce) per distinguerla dalla ricorrenza del Santissimo Crocefisso (lu Cruci­fissu piccinnu ovvero il Crocifisso Piccolo del 3 maggio), nella qua­le si ricorda l’antica solennità del ritrovamento della Croce, ormai soppressa ma rimasta a Monteia­si per tradizione.

Si tratta di una devozione che si tramanda da oltre tre secoli ed è assai sentita da ogni monteiasino, tanto da di­venire nel tempo non solo la festa per eccellenza ma anche un mo­mento importante per chi è fuori per studio o per lavoro e sente il bisogno di ritornare in paese per parteciparvi. Nella ricorrenza del SS. Crocifisso non deve mancare niente in termini organizzativi sia civili che religiosi: dalle luminarie ai complessi bandistici rinomati, dai fuochi d’artificio al panegirico nella Messa Solenne. Tutto di pre­gio e qualità con in più anche un prezioso pizzico di cultura, quasi a ricordare l’attaccamento alle pro­prie radici tradizionali e di fede. Insomma una unicità molto rara, che fa capire come il SS Crocifis­so di Monteiasi non è solo il folk­lore, ma soprattutto una devozione dal profondo richiamo religioso per la locale comunità che la cer­ca partecipandovi con tutto il cuo­re. Sono perciò giorni particolari quelli di questa festa in cui, come ha detto qualcuno, si riesce ad unire in maniera speciale “la fede della popolazione con l’ancestra­le bisogno di protezione ricercata nell’Altissimo in croce”. Tutto ha inizio questa sera 11 settembre col Triduo di preparazione officiato da don Cosimo Salomone, la cui predicazione introduce alla vigi­lia della festa. Quindi si giunge a venerdì 13 settembre dove ci sarà l’apertura dell’indulgenza plenaria e la consueta traslazione del simu­lacro dalla Cappella verso piazza Maria Immacolata, nella quale alle ore 19 verrà celebrata la Santa Messa con il rito della Consegna delle chiavi della città da parte del Sindaco di Monteiasi.

Sabato 14 giorno della festa vera e propria, alle ore 10.30 verrà of­ficiata la Celebrazione Eucaristi­ca e, a seguire, verso le ore 12, la solenne processione dei simulacri del Crocifisso seguito dalla Ma­donna Addolorata, che si snoderà per le vie principali del paese.

Infine alla Messa Vespertina del­le ore 18.30, è previsto il rito del bacio della Reliquia della Santa Croce. “Ti salutiamo croce, no­stra unica speranza – ha detto nel messaggio lanciato alla comunità da don Antonio Papagni parroco di Monteiasi – in questo tempo di passione accresci la grazia dei voti e cancella le colpe ai peccatori.” Sin qui la sentitissima parte reli­giosa della festa che ha visto co­munque la presenza anche di una buona attività civile.

Il 13 settembre in collaborazione con i Masama ci sarà uno spetta­colo di Musica e Cultura con gli artisti della nostra terra e dalle 17 alle 22 la presenza dell’autoemo­teca per la donazione del sangue. Per sabato 14 settembre, invece, tradizionale concerto bandistico della “Città di Conversano” con spettacolare finale della serata assicurato dai fuochi pirotecnici della ditta Mega Angelo di Scor­rano, con le luminarie curate dalla ditta Angelo e Beatrice Fabrizio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche