Cronaca News

Appalti ex Ilva, adesso la “mappa”

Incontro tra ArcelorMittal e sindacati

Arcelor Mittal
Arcelor Mittal

Si è svolto ieri, martedì 10 settembre, presso la Direzione dello stabilimento siderurgico, l’incontro tra il Di­rettore acquisti e i responsabili delle relazioni industriali di Ar­celor Mittal e le organizzazioni sindacali in merito alla situa­zione appalto.

«L’incontro è servito a fare chiarezza ed avere delucidazio­ni in merito al processo di rior­ganizzazione che coinvolge mi­gliaia di lavoratori dell’indotto» dicono le segreterie delle sigle metalmeccaniche.

Fim, Fiom e Uilm «hanno ri­chiesto una mappatura delle aziende e dei lavoratori che operano all’interno dello stabi­limento di Taranto con relativo prospetto delle attività per set­tore e applicazione del contratto nazionale di riferimento.

Inoltre, abbiamo chiesto l’istitu­zione di un bacino occupazio­nale dei lavoratori interessati necessario a tutelare la profes­sionalità di ogni singolo lavora­tore, attraverso la salvaguardia occupazionale, con condizioni normative, contrattuali ed eco­nomiche di riferimento che non subiscano variazioni durante l’eventuale cambio di appalto.

Riteniamo fondamentale ri­badire, così come fatto duran­te l’incontro, che la questione dell’indotto di Arcelor Mittal deve aprire una nuova fase di monitoraggio costante e di tra­sparenza al fine di traguardare qualsiasi nuova iniziativa azien­dale senza stravolgimenti per i lavoratori interessati».

Le parti si aggiorneranno nei prossimi giorni per ulteriori approfondimenti in merito alle richieste sindacali emerse du­rante il vertice.

Quello degli appalti è infatti uno dei temi più sensibili della complessa questione siderurgi­ca, soprattutto sul fronte delle ricadute e delle tutele occupa­zionali nel territorio ionico. Da qui l’urgenza di dare certezza a lavoratori che da tempo patisco­no situazioni davvero difficili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche