Altri Sport News Sport

SwinRun, Leoni bene ai mondiali

La finale da Grado a Lignano

Fabio Leoni (Triathlon Taranto)
Fabio Leoni (Triathlon Taranto)

orso da Grado a Lignano domenica 8 settem­bre, i Campionati Mondiali di SwimRun. Gara riservata agli atleti qualificati alle series svolte in tutto il mondo e posti riservati ai migliori piazzati delle edizioni precedenti.

Lo swimrun è una disciplina nata in Svezia e ormai diffusa in tut­to il mondo. Si nuota quando si incontra acqua che sia mare, lago o fiume non importa e si corre quando si incontra terra, che sia isola o montagna è indifferente. Il tutto partendo ed arrivando sempre con lo stesso equipaggia­ mento cioè scarpe sempre ai pie­di, anche nella frazione natatoria e occhialini, palette e pull da utilizzare nel nuoto portandoseli appresso anche in corsa.

La finale del campionato mon­diale si è articolata tra 26 km di corsa e 6 km di nuoto, da Grado a Lignano, in un alternarsi di sab­bia e acqua in 19 frazioni, attra­versando 5 isole, tra temporale, mare grosso, correnti, meduse e nuvole di alghe.

Fabio Leoni, il coach della Triathlon Taranto e Luogotenente della Marina Militare, già qualifi­cato per gli ottimi piazzamenti ai Campionati Italiani precedenti, è giunto 36esimo assoluto e quarto di categoria. Soddisfatto anche se la medaglia di legno, ai piedi del podio mondiale di categoria, la­scia comunque un po’ di amaro in bocca. Nessun rammarico da parte del tarantino che ha gesti­to la gara come doveva e che co­munque aveva ben preparato. Più in alto di così non potevo arriva­re, ha detto. La dedica del risul­tato è a tutti i giovanissimi, che segue nella Scuola Giovanile di Triathlon al Tursport di Taranto e che i risultati degli adulti possano servire come esempio e stimolo ai più giovani che si affacciano allo sport agonistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche