Samara
Il gelato dedicato a Samara

Si chiama “samara challenge”, è un fenomeno nato sui social e che ha destato preoccupazioni e polemi­che. Anche qui, nel Tarantino.

C’è però chi ha saputo rendere dol­ce questa strana moda.

Come ha scritto Il Mattino, “al Samara Chal­lenge, sfida che vede centinaia di giovani vestirsi come la protagonista del film horror The Ring e sfilare di notte per le strade con l’obiettivo di spaventare i passanti, Antonio Cafiero ha voluto partecipare con la dol­cezza e l’ironia che da sempre lo contrad­distinguono. E così il pasticciere sorrentino dei vip, famoso in tutto il mondo per le sue estrose performance, ha ideato il gelato al gusto di… Samara.

Già, proprio così: si tratta di una stracciatel­la piccante che porta il nome dello spettro che, in questi ultimi giorni, sta ispirando le bravate di centinaia di ragazzi.

Per prendere le distanze da questi episodi, spesso sfociati in atti di violenza, Cafiero ha creato il nuovo gelato che in poche ore è andato a ruba tra i residenti e i tanti turi­sti ancora presenti a Sorrento: «È un modo per sdrammatizzare la situazione – spiega il pasticciere sorrentino – Se Samara esiste, venga a mangiare un gelato in città e si ad­dolcisca»”.

Un’altra variante è quella ideata dallo chef Carmine Galiero a Frattamaggiore; ed altri tipi di gelato Samara si sono diffusi in diver­se parti d’Italia, sempre come un modo per sdrammatizzare questo fenomeno. Che, come spiega tecnologia.libero.it Prende ispirazione da Samara Morgan, protagoni­sta del film horror The Ring. La sfida consiste nel vestirsi come Samara Morgan, sfilare di notte per le vie della città mettendo paura ai passanti e pubblicando il video sui social. La si può definire una bravata o una sem­plice ragazzata, ma in un’epoca dove tutto diventa di pubblico dominio e dove l’appa­renza prevale su tutto, la Samara Challenge sta diventando molto pericolosa. I giornali riportano notizie su aggressioni avvenute durante la Samara Challenge: i ragazzi ven­gono picchiati e malmenati dalla persone vittime dello scherzo. In Sardegna, invece, una ragazza tedesca è stata bloccata dai carabinieri mentre metteva paura agli abi­tanti di Fluminimaggiore. I social non fanno altro che amplificare il tutto. La sfida preve­de che un giovane si travesta da Samara Morgan, protagonista del film horror The Ring, e vada in giro per la città a mettere paura alle persone, preferibilmente di not­te. Il costume da Samara Challenge preve­de una lunga parrucca nera con i capelli che nascondono il viso, una tunica bianca e un coltello (finto). L’obiettivo è spaventa­re le persone e pubblicare sui propri profili social il video o le immagini e raccogliere il più alto numero possibile di like e visualiz­zazioni. Sono tanti i pericoli che si corrono facendo la Samara Challenge: non si può sapere in che modo possa reagire una per­sona che incontra per strada una ragazza vestita di bianco, con i capelli lunghi che le coprono il volto e con un coltello nascosto sotto la tunica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche