Cronaca News

Cinquemila tarantini in pellegrinaggio

A S. Giovanni Rotondo l’avvio delle attività diocesane

Mons. Filippo Santoro
Mons. Santoro Arcivescovo

Anche per quest’anno pastorale 2019/2020 l’arcidiocesi di Taranto è chiamata a raccolta a San Giovanni Rotondo, per dare inizio alle attività e al cammino diocesano.

L’arcivesco­vo di Taranto, mons. Filippo Santoro, guiderà il pellegrinaggio diocesano sabato 14 settembre a partire dalle ore 10.30, davanti al santuario della Madonna delle Grazie. Dopo una breve “statio” e l’esortazione iniziale, passando nel santuario e nella chiesetta dove ha officiato per quasi tutta la sua vita Padre Pio, seguendo la croce, circa 5.000 tarantini raggiungeranno, fra i canti e le preghie­re, la chiesa progettata da Renzo Piano, nella cui cripta risposano le spoglie mortali del frate stig­matizzato. Sotto le volte di quest’immensa chiesa, che comunque sia, ogni anno fa fatica a contene­re i pellegrini tarantini, sarà celebrata la messa di inizio anno, concelebrata da tutti i sacerdoti dell’arcidiocesi. Durante l’omelia l’arcivescovo consegnerà ai fedeli le tre parole-guida per l’anno che sta per cominciare. «Questo pellegrinaggio diocesano – spiegano dalla Curia – è il momento in cui la chiesa locale si riscopre in cammino so­lidale, in piena comunione con il proprio pastore, per trovare nuova forza e vigore per testimoniare il Cristo Risorto e annunciare il Vangelo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche