Cronaca News

Il questore: «Sui bus adesso più controlli»

Bellassai: «Vogliamo ridare serenità ad autisti e passeggeri»

Giuseppe Bellassai
Giuseppe Bellassai

Più controlli sulle tratte a rischio. Non si spegne l’eco dopo il caso dell’aggres­sione ad un autista del Ctp. A parlare è il questore di Taranto, Giuseppe Bellassai: «Da qual­che tempo riceviamo preoccu­panti segnalazioni di ripetute aggressioni fisiche e verbali a dipendenti di aziende di tra­sporti che operano tra la provin­cia ed il capoluogo. Per questo, già da qualche giorno stiamo effettuando servizi di control­lo sulle linee maggiormente a rischio, con l’impiego di perso­nale delle Volanti, del Commis­sariato Borgo e con l’ausilio dei Falchi della Squadra Mobile.

Lo scopo è ridare serenità ad autisti e passeggeri che spesso si vedono involontariamente coinvolti in spiacevoli e perico­lose vicende. Controlleremo che gli autobus non vengano utiliz­zati da soggetti che pensino, in questo modo, di sfuggire più fa­cilmente ai controlli delle forze di polizia realizzando attività illecite».

Il personale del Commissariato Borgo ha denunciato un 21enne di nazionalità gambiana per il reato di lesioni personali e di interruzione di pubblico servi­zio per il caso dei giorni scorsi.

Dopo una segnalazione sul­la linea 113 della Questura di Taranto, la pattuglia del Com­missariato si è portata presso la fermata degli autobus in Di­scesa Vasto per l’aggressione nei confronti di un autista delle linee di autobus Ctp Dalle pri­me dichiarazioni della vittima, si è appreso un uomo di origine africana era salito sulla corsa Taranto – Massafra senza tim­brare il biglietto.

All’invito dell’autista di ottem­perare all’obbligo dell’acquisto e dell’obliterazione, il cittadino extracomunitario ha prima in­veito e, poi, lo ha aggredito con un pugno al volto, causandogli un’ecchimosi e la rottura degli occhiali.

L’aggressore, con regolare per­messo di soggiorno, è stato ac­compagnato presso gli Uffici del Commissariato Borgo e de­nunciato in stato di libertà per lesioni personali ed interruzio­ne di pubblico servizio.

Le segreterie aziendali del Ctp S.p.A. Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil­trasporti e Faisa-Cisal hanno da tempo denunciato alle forze dell’ordine la mancanza di sicu­rezza sulla linea Taranto-Mas­safra. “Necessita un intervento deciso e perentorio per garan­tire ai conducenti di operare in tranquillità e ai passeggeri di viaggiare in sicurezza- si legge in una nota delle organizzazio­ni sindacali – Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Faisa-Cisal espri­mendo la propria vicinanza al collega auspicano che istitu­zioni e organi competenti inter­vengano risolutamente al fine di scongiurare episodi analoghi”. Un passeggero quando l’autista ha chiesto di esibire il biglietto ha colpito il malcapitato con pu­gni e calci.

1 Commento
  1. Vito Domenico Maraglino 1 mese ago
    Reply

    Questo dovrebbero considerare tutti i falsi buonisti del nuovo governo PD-M5S. Li accogliamo e ci prendono a pugni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche