Attualità News

Il murale dedicato a Nadia Toffa conquista il web e commuove le Iene

L’opera in via Lago di Monticchio su iniziativa dei ragazzi del rione Salinella

Il murale in corso di realizzazione al rione Salinella (foto Francesco Manfuso)
Il murale in corso di realizzazione al rione Salinella (foto Francesco Manfuso)

“Grazie Taran­to”, ed un piccolo cuore rosso. Anche le Iene possono com­muoversi. E lo hanno fatto per l’iniziativa di un gruppo dei ra­gazzi del rione Salinella, quello che nei reportage da Taranto dei media nazionali viene sempre definito come ‘quartiere diffi­cile’.

È qui, su una parete alta tre me­tri in via Lago di Monticchio, che sta nascendo un murale de­dicato a Nadia Toffa, la giovane giornalista che proprio con Le Iene, su Italia1, aveva sposato la battaglia contro l’inquinamento industriale a Taranto.

Per questo Toffa era stata no­minata cittadina onoraria del capoluogo ionico, che aveva imparato ad amarla per il suo essere al fianco dei bambini in lotta contro il cancro – quel can­cro che lo scorso 13 agosto l’ha uccisa.

Le fotografie del murale, com­missionato da alcuni giovani del quartiere al writer Michele Marraffa in arte Nocci, hanno rapidamente fatto il giro del web, ricevendo il plauso anche del programma televisivo a cui il nome di Nadia resta indisso­lubilmente legato.

Nei giorni scorsi, a dedicare un pensiero sui social a Nadia Tof­fa era stato il comico Andrea Pucci, che con lei aveva anche lavorato: «È così, mi vieni in mente, le nostre chiacchierate brevi ma sempre ricche di con­tenuti, i nostri abbracci, la stima professionale ed umana recipro­ca, vorrei sentire il suono della tua voce». E anche la tifoseria del Taranto in occasione dell’a­michevole con il Fasano del 20 agosto scorso, per la presenta­zione della squadra rossoblu, hanno esposto uno striscione ed un ritratto a lei dedicato. Que­sto, mentre ha raggiunto 90.000 adesioni la petizione su chan­ge.org “Intitolare il reparto di Oncoematologia Pediatrica del Reparto Santissima Annunziata di Taranto a Nadia Toffa”, nata in ragione del suo impegno per l’ambiente, e proprio per il dirit­to di cura di cui si era fatta por­tavoce attraverso la campagna diventata virale con le magliette Ie Jesche Pacce Pe Te. “E forse ora qualcuno potrebbe pensare che hai perso, ma chi ha vissu­to come te, non perde mai. Hai combattuto a testa alta – le pa­role delle Iene sul social, pub­blicando anche una foto della Toffa, con cui hanno annunciato la sua scomparsa – col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi. D’altronde nella vita hai lottato sempre. Hai lottato an­che quando sei arrivata da noi, e forse è per questo che ci hai conquistati da subito. È stato un colpo di fulmine con te, Toffa”. La conduttrice e inviata delle Iene aveva compiuto 40 anni.

Era dicembre del 2017 quando, in un albergo di Trieste, Toffa dopo un malore venne ricovera­ta nel reparto di terapia inten­siva dell’Ospedale di Cattinara per poi essere trasferita a Mila­no. Una volta dimessa, era stata lei a raccontare cosa fosse acca­duto quel giorno e a condividere la sua battaglia contro il cancro. Sempre con il sorriso, anche nel suo ultimo post. Ancora le pa­role de Le Iene: “È stato tanto facile piacersi, inevitabile inna­morarsi, ed è proprio per questo che è cosi difficile lasciarsi. Il destino, il karma, la sorte, la sfi­ga ha deciso di colpire proprio te, la nostra Toffa, la più tosta di tutti, mentre qualcuno non credeva alla tua lotta, noi resta­vamo in silenzio e tu sorridevi. Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattu­to senza sosta… il cancro, che fino a poco tempo fa tutti chia­mavano timidamente ‘Il male incurabile’ e che, anche grazie alla tua battaglia, adesso ha un nome proprio”. A dedicare un messaggio alla sfortunata Nadia anche il Capo dello Stato Sergio Mattarella.

2 Commenti
  1. vincenzo 2 mesi ago
    Reply

    Bellissimo “murale”. Una sola e piccolissima critica. L’artista faccia un piccolissimo sforzo. “aggiustarle il mento” e poi sarà bellissimo. Intanto il bravo all’artista anche per l’idea avuta.
    saluti.

  2. Marinella 2 mesi ago
    Reply

    Bellissimo, complimenti per l’iniziativa, è una delle.poche volte che vedere “disegnare” su un muro non mi infastidisce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche