News Provincia

Crispiano, prima unione civile tra uomini

È stata celebrata a Palazzo di Città

Crispiano, prima unione civile tra uomini
Crispiano, prima unione civile tra uomini

CRISPIANO – Celebrata la pri­ma unione civile tra due uomi­ni, nella cittadina delle Cento masserie.

Giovanni Caramia, nato a Fro­sinone il 22 dicembre del 1969, di professione commerciante, e Andrii Butenko nato a Za­porizhzhia, in Ucraina, il 31 gennaio del 1979, di profes­sione parrucchiere, entrambi residenti a Crispiano, ora sono uniti civilmente .

La cerimonia si è svolta nell’au­la consiliare del Palazzo di Cit­tà alla presenza dell’Ufficiale dello Stato Civile Angelo Bru­no e dei testimoni Maria Gra­zia Lucaselli e Luigina Bucco­liero, anch’esse residenti nella cittadina delle Cento masserie.

Un avvenimento importante, segno di civiltà, che si può non condividere, ma il loro rap­porto ha una valenza giuridica grazie alla legge Cirinnà, che è entrata in vigore il 5 giugno del 2016, la quale prevede che persone dello stesso sesso pos­sono sposarsi.

Con la dichiarazione resa da­vanti al pubblico ufficiale, i partner Giovanni e Andrii si impegnati per la reciproca as­sistenza e per la condivisione dell’amore.

Una convivenza normale che la coppia auspica possa servire di esempio per gli altri.

La recente legge, approvata dopo ripetuti tentativi, permet­terà alla coppia che è stata uni­ta civilmente con la cerimonia che si è tenuta nella sede del Comune di Cispiano, di vive­re, analogamente ad una coppia etero, emozioni, divertimenti e amore, soprattutto amore.

Felici e contenti, gli sposi, Gio­vanni Caramia e Andrii Bu­tenko, hanno festeggiato la loro unione con il consueto pranzo nuziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche