21 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2021 alle 16:57:00

Cultura News

Cala il sipario sul premio Satyrion a Leporano

Paolo Giulierini e Massimo Osanna i premiati

Il premio Satyrion a Leporano
Il premio Satyrion a Leporano

LEPORANO – Calato il sipa­rio del XX Premio Satyrion per l’archeologia al Castello di Leporano. Sul palco il pre­sidente del premio, Luciano Sardiello e della Pro Loco, Antonella Falcioni, presenta­tori al posto di Nicla Pastore assente. The show must go on. Regia con giochi di luce e video di Antonio Minelli, foto Alessia Carrieri, coreografie “Il sogno di Satyria” Angela Bar­banente, flamenco Fabio Tuz­zi, Margherita Perez e Marco Pentassuglia. Serata dedicata ad eminenti figure di archeo­logi; spesso nominato Enzo Lippolis Scienze Antichità alla Sapienza, stroncato a 61 anni il 3 marzo 2018 per un malo­re; le sue mani stringono nel video un reperto da Saturo. Lo mostrano le archeologhe della Sapienza Chiara Maria Marchetti e Valeria Parisi, il­lustrando i recenti scavi sotto la guida di Alessandro Jaia. A Sebastiano Tusa riconosci­mento speciale alla memoria; l’illustre archeologo subac­queo siciliano è scomparso a 66 anni nell’incidente aereo dello scorso 10 marzo; lette da Giovanna Bonivento socia ANA, proponente il nome di Tusa nel comitato scientifico, le toccanti parole di Salvatore Agizza archeologo subacqueo presidente ANA Campania e Teichos Archeologia, fraterno amico di Sebastiano Tusa so­cio onorario ANA (Associazio­ne Nazionale Archeologi).

Paolo Giulierini Direttore Mu­seo Archeologico di Napoli ha preso in con-segna il meda­glione ceramico con l’immagi­ne della Ninfa sul delfino, opera dello scultore Aldo Pupino; lo porterà con Salvatore Agizza nelle mani del-la vedova di Se­bastiano Tusa Valeria Li Vigni, a Palermo la nuova Sovrinten­dente del mare; occasione la mostra di Teichos sui pionieri dell’archeologia subacquea nell’area Flegrea ed in Sicilia, anticipo della mostra “Thalas­sa. Meraviglie dei Mari della Magna Grecia e del Mediter-raneo”, che sarà inaugurata il 25 settembre 2019 al MANN, Salone della Meridiana. Colla­borazione scientifica coi Musei di Taranto e Reggio Calabria. È stato Tusa ad identificare a N-O dell’isola di Levanzo il luo­go in cui Roma pose termine alla prima guerra punica. Ha recuperato vasi e rostri delle navi. Fato: l’archeologo ha per­so la vita il 10 marzo del 2019, lo stesso giorno e mese della battaglia navale delle Egadi del 10 marzo 241 a.C. Dedicati da Pupino a Maria Piccarreta, Luigi La Rocca, Eva Degl’Inno­centi, Vincenzo Damiano sin­daco di Leporano i medaglioni con la Ninfa Satyria. Riconosci­menti a: Alessandro Jaia, Mar­chetti e Parisi della Sapienza, Presidente Consiglio Comune Leporano Franco Davanzo per Michelange Stefàno Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale Puglia e Basi-licata, trasferita a Matera; Fabio Balzotti, pre­sidente Terre Magna Grecia premiato da amm. Onofrio Lat­tarulo; Giovanni Donadio per Emanuele Di Palma BCC San Marzano (ha premiato Maria Teresa Basile); Autoscuola Di Cuia; Oronzo Forleo Dirigente Struttura di Neonatologia e Te­rapia In-tensiva Neonatale di Taranto fondatore della “culla per la vita”; ha rievocato Enzo Lippolis compagno di scuola “che voleva fare l’archeologo sin dalle medie” e ricordato le avventure ai cunicoli di Satu­ro; presente il fratello Giovan­gualberto per Fabio Carducci responsabile U.O. Otorino «un raro esempio – ha detto Alfredo Procaccini – di medico del sud formato al nord e tornato al sud, in una provincia in cui il cancro è impegnativo”; arch. Antonello Fino Politecnico di Bari DICAR per Giorgio Rocco Scuola di Specializzazione Beni Architet­tonici e del Paesaggio Bari, im­pegnato in Grecia. Ha premiato Mario Lazzarini. Gli ambiti pre­mi a sbalzo e cesello in rame realizzati con le antiche tecni­che toreutiche da Aldo Pupino, presente alla manifestazione tra il pubblico, raffigurano in due opere originali ed uniche la Ninfa Satyria sul delfino con le parole della sacerdotessa di Delfi SATYRION TOI DOKA (Ti ho dato Saturo) pronunciate nel Santuario di Apollo a Delfi a Falanto capo dei Parteni fon­datori greci di Taras 706 a.C.; consegnano le sculture Laura Masiello delegata Soprinten­dente di BR-LE-TA arch. Maria Piccarreta e Direttrice Museo MArTA, Eva Degl’Innocenti; assente Soprintendente Luigi La Rocca, trasferito da Bari a Napoli. I premiati del Satyrion 2019: Paolo Giulierini direttore Mann, ex aequo con Massimo Osanna, direttore generale del Parco Archeologico di Pom­pei nelle mani di Luana Tonio­lo funzionario archeologo del Parco Archeologico di Pompei.

«Sono lieta – ha detto la Ma-siello – di conoscere Giulierini; ha riaperto la sezione Magna Grecia del Mann dedicandola al compianto Enzo Lippolis». Giulierini: «con Eva ho iniziato un percorso di valorizzazione della sezione Magna Grecia in memo-ria di Enzo Lippolis; la sala è a lui dedicata e molti oggetti esposti sono le-gati a Taranto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche