23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:58:51

Cronaca News

Controlli anti-bracconaggio, i Forestali denunciano un cacciatore

Controlli anti-bracconaggio
Controlli anti-bracconaggio

Controlli per contrastare il bracconaggio: denunciato un cacciatore Si tratta di un giovane che è stato sorpreso mentre abbatteva un esemplare di colombaccio, volatile la cui caccia non è consentita prima del mese di ottobre. Già dalla prima giornata di questa stagione venatoria i reparti forestali dei Carabinieri della provincia di Taranto sono stati impegnati nel contrasto alle pratiche di caccia illegali. I carabinieri Forestali di Marina di Ginosa hanno denunciato un cacciatore sequestrandogli l’arma, le munizioni e la fauna selvatica che aveva abbattuta.

Il giovane si trovava ad Orsanese, a Castellaneta Marina, quando ha sprato ad un esemplare di colombaccio. Le attività antibracconaggio, disposte dal Gruppo Carabinieri Forestale jonico proseguiranno per l’intera stagione. L’obiettivo- si legge in una nota del Gruppo Carabinieri Forestale di Taranto- è la tutela della fauna selvatica non solo come patrimonio indisponibile dello Stato, ma anche come componente dell’ambiente da salvaguardare per le future generazioni”. I controlli volti a garantire il corretto svolgimento dell’attività venatoria, costituiscono una delle attività d’istituto tipica dell’Arma Forestale. Anche durante la stagione venatoria in corso, i reparti vengono impegnati nel contrasto alle pratiche di caccia illegali. I servizi di controllo dell’ambiente e del territorio prosegue anche a stagione venatoria chiusa per impedire che i bracconieri esercitino la loro attività illegale in periodi non consentiti dalla legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche