16 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 16:59:00

Calcio News Sport

Difesa del Taranto in emergenza, Allegrini si ferma per 15 giorni

Ricorso contro la squalifica di Luigi Manzo

Jimmy Allegrini
Jimmy Allegrini

Emergenza in di­fesa per il Taranto in vista delle prossime gare, a partire dal match di domenica prossima, allo stadio Erasmo Iacovone, contro il Team Altamura. Jimmy Allegrini è stato sottoposto nella giornata di ieri ad esami strumentali presso lo studio del dottor Alfonso Bruno, speciali­sta in Ortopedia e Traumatologia. Le risultanze hanno evidenziato una elongazione semimembranoso alla coscia sinistra che lo costrin­gerà a stare a riposo per 15 giorni.

Una tegola che fa seguito alla squa­lifica, per tre giornate (il club ha annunciato ricorso), inflitta a Luigi Manzo, colpevole secondo il giudi­ce sportivo di aver schiaffeggiato l’allenatore del Foggia Ninni Cor­da, a sua volta fermato sempre per tre turni. Il tutto è la conseguenza di quanto verificatosi domenica in occasione del derby pugliese tra rossoneri dauni e rossoblù. Cristian Anelli è stato appiedato addirittura per cinque giornate, per aver ten­tato di colpire con una manata il trainer tarantino Ragno, e non solo. Come riporta il giudice sportivo, avrebbe rivolto «gesti irriguardo­si» e sputato contro un calciatore del Taranto, determinando «una situazione di forte tensione, nel tunnel degli spogliatoi, tra diversi calciatori delle due squadre, seda­ta solo grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine. La società del presidente Giove è stata multata di 1.200 euro, quella foggiano di mil­le euro.

Anche visti gli stop di Allegrini e Manzo, il Taranto ha ingaggiato il difensore centrale Vincenzo Rus­so proveniente dal Sorrento con cui l’anno scorso ha totalizzato 30 presenze mettendo a segno anche una marcatura. Classe ‘85, nativo di Napoli il centrale difensivo che vanta una lunga militanza in serie D, va a rafforzare il pacchetto arre­trato di mister Nicola Ragno.

Intanto, il Taranto ha battuto il Cerignola per 2-0 allo Iacovone approdando così ai sedicesimi di Coppa Italia di serie D dove af­fronterà il Fasano. A decidere la gara un gol per tempo a favore dei locali con rete acrobatica di Favetta nella prima frazione al 39’ e sigillo finale dell’esordiente Ouattara nel recupero. Un Taranto bravo a gesti­re con i tutti i suoi effettivi l’intera gara e a capitalizzare la suprema­zia territoriale esercitata al cospet­to di un Cerignola comunque non remissivo.

Domenica in campionato altro match interno contro il Team Al­tamura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche