16 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 14:40:28

Cronaca News

Morte in corsia d’ospedale, due rinvii a giudizio e due assoluzioni

Una corsia di ospedale - archivio
Una corsia di ospedale - archivio

Due assoluzioni, un proscioglimento e due rinvii a giudizio per il decesso di un 17enne, affetto da leucemia, in cura presso l’ospedale “Giuseppe Moscati”. Scagionate dal gup, C.M. , difesa dagli avvocati Carlo e Claudio Petrone e B.A., assistita dall’avvocato Raffaele Errico. Non luogo a procedere per A.T. U.

Processo per altre due. Lo sfortunato ragazzo di Parabita, paese della provincia leccese, è morto nel 2015. I genitori avevano subito sporto denuncia chiedendo alla Procura jonica di fare chiarezza sulla vicenda. In seguito all’avvio dell’inchiesta cinque persone, tra medici e infermieri, erano finite nel registro degli indagati. Il ragazzo aveva scoperto di essere malato a settembre del 2014 al “Sacro Cuore” di Gallipoli, proseguendo successivamente la terapia con i medici di Taranto. I genitori avevano raccontato che le sue condizioni di salute sembravano stabili, almeno fino al 23 aprile del 2015 quando era stato ricoverato al Moscati. Nei giorni successivi al ricovero, le condizioni del giovane erano peggiorate, fino al tragico epilogo. Il diciassettenne si era recato in ambulatorio, come di consueto, per sottoporsi alla chemioterapia. Dopo aver raccolto la denuncia la Procura aveva sequestrato la documentazione sanitaria e disposto l’autopsia. Ora il giudice dell’udienza preliminare ha assolto due imputate, ha deciso il non luogo a procedere per una terza e ha rinviato a giudizio le altre due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche