17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Basket News Sport

Meraviglioso Cus Jonico: vittoria anche in casa

Secondo successo consecutivo per il team ionico

Cus Jonico
Cus Jonico

Buona anche la “prima” casalinga per il Cus Jonico Basket Taranto che bissa il successo in trasferta col Fran­cavilla, battendo al PalaFiom la Nuova Pallacanestro Monteroni per 80-64 nella seconda gior­nata del campionato di Serie C Gold.

Una partita che sembrava già decisa nel secondo quarto quan­do Taranto era andata avanti an­che a +20 doppiando gli avver­sari sul 43-20.

Poi dopo l’intervallo, in avvio di terzo quarto l’ingenua espul­sione di Bricis ha complicato i piano di coach Olive e ridato linfa ai salentini sospinti dai ca­nestri di Leucci (15) e Martina (14). Ma i rossoblu hanno gesti­to bene il contraccolpo e sono tornati ad allungare. Alla fine ben 5 giocatori in doppia cifra: Dusels (17pti), Longobardi (16), Grosso e Di Diomede (13) e Bricis (10).

Buona anche la cornice di pub­blico del PalaFiom che ha risposto presente sugli spalti in buon numero sostenendo la squadra.

Coach Olive parte con Bricis, Longobardi, Dusels, Grosso e Di Diomede. Coach Argentieri risponde con Povilaitis, Leucci, Pallara, Martina e l’ultimo arri­vato Fernandes De Sousa.

Inizio sfolgorante del Cus Jo­nico che vola 13-4 sospinta da Longobardi, Bricis e Dusels, costringendo Monteroni al time out.

La mossa di coach Argentieri di spezzare il ritmo cussino non ri­esce, Taranto continua a segna­re e difendere, anche Di Diome­de buca la retina ed è 20-8 in un amen preludio al 25-12 con cui si chiude il primo quarto.

La musica non cambia nel se­condo quarto con capitan Gros­so che segna la tripla del +16 e la premiata ditta lettone Bricis-Dusels che va per il 20. Ci vuole una tripla di Fernandes per cer­care di dare l’ennesima sveglia a Monteroni.

Niente da fare, Cus Jonico implacabile: imitano ancora Bricis e la tripla di Longobardi poi Dusels per il 43-20. Si iscrive a referto anche Berzins. Ma pri­ma dell’intervallo arriva il pri­mo segno tangibile della NPM che accorcia con Zacchigna, Pallara e Martina per tenere aperta la partita sul 49-31.

In avvio di terzo quarto l’episo­dio che avrebbe potuto cambiare la partita. Bricis si lascia anda­re ad una protesta “abbastanza plateale” verso gli arbitri e si becca l’espulsione. Monteroni è in ritmo e ne approfitta: Martina e Leucci piazzano il break che riapre del tutto la partita, 2-12, per il 51-43 Taranto. Coach Oli­ve chiama time out per striglia­re i suoi e riordinare le idee. Trova in Di Diomede una buona alternativa al tiro ma adesso è partita equilibrata perché Mon­teroni ci crede e resta in scia. Ci vuole tutta l’esperienza di Gro

sso che piazza la tripla del 63-49 che scaccia i salentini e qualche fantasma. Anche il giovane Cito mette un mattoncini dalla lunetta utile a chiudere avanti il terzo quarto 67-53.

Ultimo quarto che si apre con il tiro a segna di Fernandes ma è Dusels che torna a fare la voce grossa con la tripla del +15. Di lì a poco è Longobardi a imitar­lo con la “bomba” della staffa, 76-57 a 5 minuti dalla fine. An­che perché il Cus Jonico non ha più cedimenti e segna con rego­larità dalla lunetta con Grosso, Dusels e Longobardi. Dall’altra parte Martina decide di rag­giungere Bricis negli spogliatoi e si fa espellere pure lui. Il resto è garbage time con Taranto che chiude i conti 80-64 sale in te­sta alla classifica, in coabitazio­ne, con 4 punti su due partite e festeggia con il pubblico.

Ma è già passato il tempo di fe­steggiare, da oggi si pensa alla trasferta di Molfetta. Perchè questo Cus vuole continuare a far vedere le proprie grandi qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche