23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

News Spettacolo

Dody Battaglia “sinfonico” con l’Ico tarantina

Appuntamento venerdì 18 ottobre. Saranno eseguite canzoni celebri ed inediti. Start previsto alle 21

Dody Battaglia
Dody Battaglia

Parte con il con­certo di Dodi Battaglia, il chi­tarrista dei Pooh, la nuova stagione orchestrale dell’Ico tarantina.

L’appuntamento è in program­ma venerdì, 18 ottobre, al Pala­fiom (via Mar Grande), location scelta in seguito ad imprevisti registrati nei lavori di ripristino del Teatro Orfeo che avreb­be dovuto ospitare il concerto inaugurale.

Per la prima volta da quando ha intrapreso la carriera da solista, Battaglia eseguirà con un’orchestra sinfonica succes­si degli stessi Pooh e brani del­la sua più recente produzione. Dodi Battaglia & l’Orchestra della Magna Grecia, con gli ar­rangiamenti curati dal maestro Valter Silviotti è, infatti, un pro­getto inedito.

Battaglia che eseguirà canzo­ni celebri e inediti insieme con l’Orchestra diretta dal Maestro Piero Romano, è uno degli ar­tisti di grande richiamo in una rassegna che prevede l’arrivo di Dianne Reeves, Neri Mar­coré, Simone Cristicchi, Yuri Bogdanov, Enzo Gragnaniello, Gloria Campaner, Stefano Bol­lani & Hyung-Ki Joo, John Rut­ter e tanti altri.

Quella insieme con l’Orchestra della Magna Grecia è un’espe­rienza che riporterà il popolare chitarrista-cantautore indietro nel tempo, quando proprio con il suo storico gruppo ave­va tenuto concerti per “Pooh e Orchestra” nei maggiori teatri italiani.

Chitarrista e cantante dei Pooh dal 1968, “miglior chitarrista europeo” (riconoscimento del­la rivista tedesca Stern), voce principale di grandi successi come Tanta voglia di lei, Noi due nel mondo e nell’anima, Infiniti noi, In diretta nel ven­to, L’altra donna, Battaglia è stato anche insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica per meriti artistici con i colle­ghi Roby Facchinetti, Stefano D’Orazio e Red Canzian.

Numerosi i suoi progetti, fra questi: Adelmo e i suoi Sorapis (Zucchero, Vandelli, Zanotti, Torpedine, Maggi) e Chitarre d’Italia (Mussida e Solieri); ha collaborato con Vasco Rossi (Una canzone per te, Va bene, va bene così e Toffee), Al Di Meola e Tommy Emmanuel.

Nel giugno 2016, lo scioglimen­to dei Pooh. Fra le sue chitarre, una Fender Dodicaster (Strato­caster signature realizzata ap­posta per lui). Album da solista: Più in alto che c’è, D’assolo, Dov’è andata la musica; live: E la storia continua…, Dodi Day e Perle – Mondi senza età.

Nel 2017, il Conservatorio di Musica “Egidio Romualdo Duni” di Matera, gli ha confe­rito una laurea honoris causa in “Chitarra elettrica – diparti­mento di nuovi linguaggi e nuo­ve tecnologie”. È la prima volta per un musicista pop.

Dodi Battaglia, l’ultimo album, “Perle-Mondi senza età”, “ri­appropriazione debita” e i suoi compagni di mille e più spetta­coli. «Mentre suono in concer­to, mi capita di voltarmi come se cercassi uno dei colleghi di una volta», dice. «Quando per cinquant’anni esegui “Picco­la Katy”, “Tanta voglia di lei”, “Pensiero”, cose che fanno parte del tuo vissuto, è nor­male che la memoria corra a studi di registrazione, a dove abitavamo, a storie di un tem­po, locali e amici che frequen­tavamo insieme; ecco perché “Perle-Mondi senza età”: ogni canzone è uno spaccato di vita personale, dunque trovo nor­male che il mio pensiero il più delle volte sia rivolto a loro».

Inizio ore 21. Informazioni e biglietti: Orchestra della Ma­gna Grecia, via Giovinazzi 28 (392.9199935), via Tirrenia n.4, tranne il sabato (099.7304422).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche