Cronaca News

La scomparsa di Dario Maggi, rese grande il nostro basket “rosa”

Taranto piange lo storico dirigente

Dario Maggi
Dario Maggi

Un grande dirigen­te. Un pioniere di quello che di­venterà lo sport capace di portare Taranto al massimo titolo nazio­nale.

La città sportiva e non solo pian­ge Dario Maggi, scomparso ieri, venerdì, a 83 anni.

Della pallacanestro Maggi si era innamorato iniziando come gio­catore, alla XXV Luglio. Ma sarà dopo, da tecnico e dirigente, che darà un contributo importante allo sport tarantino: è tra i fonda­tori nel ‘62 del Centro Ricreati­vo Artistico Sportivo Maria Pia, che accoglie prima solo le alunne della scuola, per poi aprirsi anche alle esterne. Acronimo di Cen­tro Ricreativo Artistico Sportivo sarà Cras: un nome che per gli appassionati diventerà famosis­simo. Già nel 1971 il Cras sarà vincente, con la vittoria a Roma nella finale dei Giochi della Gio­ventù, mentre l’anno successivo arriverà lo scudetto Allieve. åNel ‘73 per Maggi arriva la chiamata in Nazionale, come aiuto coach. Successivamente, il Cras prende­rà la strada che lo condurrà sino agli scudetti.

A provare ad essere degna erede della tradizione dell’inimitabile Cras è oggi la Lowengrube Ad Maiora Taranto, che ha ricordato Maggi su fb. La squadra allenata da coach Fabio Palagiano, archi­viato l’esordio, vinto a tavolino per l’assenza dell’Olimpia Capri, già da martedì ha ripreso la pre­parazione in vista della trasferta campana, in quel di Salerno per affrontare, il Salerno 92, club ti­tolato del presidente Angela Som­ma e diretta da coach Forgione.La formazione rossoblu, sta com­pletando la preparazione al match in riva al Tirreno, con la solita de dizione ed applicazione, in vista di un incontro che presenterà sicuramente delle asperità, ma le ragazze ioniche cercheranno, nell’attenzione ed adozione degli schemi di gioco, di rendere duri i 40 minuti di gara. Appuntamento sabato 19 ottobre, alle ore 19,30 presso il Palasilvestri di Salerno, la Lowengrube si appresta a ba­gnare l’esordio in trasferta con la convinzione dei prorpri mezzi.

A tal proposito il coach ionico, nelle dichiarazioni pre gara, pun­tualizza: “Sarà una gara molto dura contro Salerno, la compagi­ne campana ha costruito un roster per puntare senza mezzi termini alla qualificazione per gli spareg­gi per l’A2. E’ un quintetto che si basa sun play cileno molto talen­tuoso e una lunga olandese (alta 1,94) che è fondamentale sotto i tabelloni in attacco ed in difesa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche