Attualità News

Teatro Fusco, in fila per gli abbonamenti

Ogni sera uno spettacolo diverso


C’è la fila in questi giorni d’avanti al teatro Fusco.

Di mattina. Sono le persone in coda per gli abbonamenti della stagione invernale Ope­ra Festival. Che partirà il 18 dicembre con il Rigoletto e si concluderà il 14 marzo con la Cavalleria Rusticana.

Si fa la fila per accaparrarsi gli ultimi posti, quasi terminati per le repliche sera­li. Mentre è ancora disponibi­le lo spettacolo pomeridiano. Quattro appuntamenti per la messa in scena di alcune tra le più famose opere liriche, in continuità con la stagione esti­va, anche quella sold out, che aveva portato nella suggestiva arena allestita in Villa Peripato, La Traviata ed Elisir D’amore.

Il successo, oltre che dalla celebrità delle opere, è sicura­mente dovuto anche al prezzo calmierato, considerato il pre­stigio, voluto dal Comune di Taranto e dall’Assessorato alla Cultura che è partner dell’as­sociazione musicale Domeni­co Savino, organizzatrice del Festival. Il costo dell’abbona­mento è di 48 euro, a posto unico, per tutti e quattro gli spettacoli.

Teatro Fusco, in fila per gli abbonamenti
Teatro Fusco, in fila per gli abbonamenti

Successivamente, se rimasti, potranno essere venduti i bi­glietti per i singoli spettacoli, a 25 euro. Il botteghino è pres­so il Teatro, tutti i giorni dalle 10 alle 13. Ma davvero pochi i posti rimasti. Mentre sono da tempo esauriti gli abbona­menti per la stagione teatrale.

Nove appuntamenti che ve­dranno calcare il palco dello storico teatro tarantino da at­tori famosissimi come Sergio Rubini, Lello Arena, Ettore Bassi, Marisa Laurito, Ales­sandro Preziosi e altri, per di­verse tipologie di spettacolo.

Per questi ormai disponibili solo biglietti per date singole, acquistabili anche online su vivaticket o Teatro Pubblico Pugliese.

La stagione si apre il 1 no­vembre con lo spettacolo fuori abbonamento L’Isola magica della coreografa Elisa Baruc­chieri.

Alla stagione teatrale si ag­giunge quella musicale. Non ancora messi tutti in vendita i biglietti per i concerti di Vinicio Capposela, Sergio Camma­riere, Achille Lauro e gli altri.

Spazio anche per le compa­gnie locali. Queste si esibiran­no, dopo attenta selezione, nel Festival amatoriale “Alfredo Majorano”, nelle serate di gio­vedì 16 e mercoledì 29 genna­io, giovedì 6 e giovedì 20 feb­braio e mercoledì 4 marzo.

E poi spazio anche per il festi­val dialettale “Città di Taran­to” che avrà luogo giovedì 19 e venerdì 27 marzo, giovedì 2, mercoledì 22 e giovedì 30 aprile.

Apre invece il 18 novembre con il celebre musical Hair la stagione Concertistica Amici della Musica, per proseguire con altri nove appuntamenti: il tributo ad Astor Piazzolla del violinista Alessandro Quarta, Il Pianoforte di Roberto Cappel­lo con le trascrizioni che Liszt realizzò del ciclo completo del “Canto del cigno” di Schubert e della Quinta di Beethoven, il tenore Vincenzo Costanzo, lo swing dell’orchestra Maniscal­chi, il tango di Roberto Herre­ra e poi ancora pianoforte per concludere con il jazz arpa e armonica di Edmar Castaneda e Gregoire Maret.

Posti in abbonamento anco­ra disponibili a partire da 145 euro per tutta la stagione. Nel frattempo sono partite le sele­zioni per il laboratorio teatrale gratuito organizzato dal Co­mune. Si sono svolte martedì 15 ottobre per i 20 giovani di Taranto e provincia che po­tranno accedere alle lezioni bisettimanali (il martedì e gio­vedì) della durata di 3 ore cia­scuna, del laboratorio che si concluderà con uno spettaco­lo aperto al pubblico nel mese di giugno, sempre presso il Teatro Fusco.

Un calendario, quello del Fu­sco, teatro riaperto meno di un anno fa dopo 14 anni di chiusura, davvero pieno e va­riegato. Così ricco che è diffi­cile tenere in agenda tutti gli appuntamenti, come abbiamo scoperto stando in fila per un abbonamento. Le stagioni, musicale, teatrale, orchestra­le, amatoriale, si intersecano fra loro e con gli spettacoli fuori abbonamento e se con­sideriamo anche gli altri teatri di Taranto, il Tatà e l’Orfeo, davvero è difficile riuscire ad incrociare le date, come chie­devano i tanti al botteghino stamattina. Sono così tanti gli appuntamenti che davvero non si riesce a tenere conto di tutto, e qualcosa certamente sfugge o ancora sarà messa in programma. Merito certa­mente dell’assessore alla Cul­tura Fabiano Marti.

Per questo Taranto Buonase­ra ha deciso nei prossimi gior­ni di redigere e fornire ai suoi lettori il calendario completo, introvabile, di tutti gli spetta­coli che si terranno in città il prossimo inverno.

Un servizio che vogliamo offri­re ai cittadini di Taranto, a par­tire dai più anziani, che adesso

possono, se vogliono, sceglie­re quasi ogni sera uno spetta­colo diverso da ammirare.

A patto di aver trovato il bi­glietto per tempo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche