Cronaca News

Forniture mense, parola alla Marina

La replica dopo la segnalazione della Confcommercio di Taranto

Arsenale Militare
Arsenale Militare

«L’Amministra­zione ha adempiuto puntual­mente alle vigenti normative in tema di pubblicazione degli av­visi e dei bandi di gara e, quin­di, non si ravvede alcuna defi­cienza organizzativa in merito alle procedure di segnalazione utilizzate». La Marina militare replica alla segnalazione lancia­ta ieri dalla Confcommercio di Taranto in riferimento alla gara d’appalto per la fornitura di der­rate alimentare alle mense della Marina.

Secondo l’associazione del com­mercio: «Le imprese hanno evi­denziato che la procedura adot­tata, diversamente dalla prassi solita, ha impedito la parteci­pazione delle imprese. Infatti il bando in questione è stato pub­blicato nel supplemento della Gazzetta ufficiale dell’Ue e sul sito del Mepa in una sezione de­nominata altri bandi e non come solitamente in “accordi quadri”. Una procedura innovativa alla quale non è stata data alcuna evidenza, spiazzando così le im­prese locali».

Pronta la risposta della Mari­na. «In merito ad alcune notizie pubblicate sulla stampa loca­le, scaturite da segnalazioni da operatori del settore alimentare e relative alle procedure di se­gnalazione del bando di gara per la fornitura di derrate ali­mentari per le mense della Ma­rina Militare, si rappresenta che l’appalto cui si fa riferimento riguarda una procedura aperta, in ambito comunitario, ai sensi dell’art. 60 del D.lgs. n. 50/2016. La gara, suddivisa in trenta­cinque lotti, e finalizzata alla conclusione di accordi quadro con un unico operatore econo­mico per ciascun lotto, ai sensi dell’art. 54, comma 3 del citato D.lgs. 50/2016, riguarda l’ap­palto per la fornitura di derrate alimentari a favore delle mense della Marina Militare a gestione diretta e mista (nelle aree di Ta­ranto, Brindisi, Sardegna, Vene­zia, Sicilia, Roma e La Spezia). La procedura utilizzata, proprio al fine di assicurarne la massima pubblicità – evidenziano dalla Marina militare – è pienamen­te in linea con le disposizioni del D.Lgs. 50/2016, con conse­guente pubblicazione del bando di gara su: Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea 2019/S 169-412460 in data 03.09.2019; Gazzetta Ufficiale della Repub­blica Italiana – 5a Serie Spe­ciale n. 106 in data 09.09.2019; quattro siti informatici (Marina Militare in data 03.09.2019, Ac­quisti in rete PA della Consip SpA in data 03.09.2019, Mini­stero delle Infrastrutture e dei Trasporti in data 10.09.2019 ed Anac in data 10.09.2019); per estratto, su n. 16 quotidiani a carattere nazionale e locale. L’Amministrazione – si conclu­de la nota – ha pertanto adem­piuto puntualmente alle vigenti normative in tema di pubblica­zione degli avvisi e dei bandi di gara e, quindi, non si ravvede alcuna deficienza organizzativa in merito alle procedure di se­gnalazione utilizzate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche