04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 20:35:00

Cultura News

A spasso fra cinquemila anni di miti e storia

Presentata la rassegna inserita nel progetto “Heroes” promosso dal Crest

Giovanni Guarino e la direttrice del MarTa, Eva Degl’Innocenti
Giovanni Guarino e la direttrice del MarTa, Eva Degl’Innocenti

Tre figure della mitologia greca protagoni­ste di altrettanti tre diversi percorsi tematici teatralizza­ti programmati, tra ottobre e novembre, al Museo Archeo­logico Nazionale di Taranto: arrivano gli “Appuntamenti con il mito”, presentati ieri mattina nella Sala Incontri del MarTa dalla direttrice del Museo, Eva Degl’Innocenti e da Giovanni Guarino del Col­lettivo di ricerche espressive e sperimentazione teatrale del Crest, guidato dalla pre­sidente, Clara Cottino.

Una collaborazione che pro­segue, quella fra MarTa e Crest, all’interno del proget­to triennale “Heroes” (soste­nuto dalla Regione Puglia e promosso dal Crest), in­serita nell’ambito della pro­grammazione della mostra “MitoMania – Storie ritrovate di uomini ed eroi” che, lo ri­cordiamo, resterà aperta al pubblico ancora per qualche settimana, fino al prossimo 10 novembre.

«Per questo ciclo di appun­tamenti domenicali ripropor­remo la formula di sempre: quella dei percorsi teatrali all’interno delle sale esposi­tive – ha sottolineato la diret­trice Degl’Innocenti – Il Crest e il personale scientifico del Museo, insieme, daranno vita a questi tre interessanti incontri che partiranno dal­le opere custodite al MarTa, come la testa di Ercole o la tomba dell’atleta con le quat­tro anfore raffiguranti le sue vittorie, per creare percorsi in grado di affascinare e cat­turare l’attenzione di tutti. Ci auguriamo anche dei più piccoli: l’iniziativa, infatti, tra gli obiettivi si pone anche quello di avvicinare le nuove gene­razioni alla storia della loro città».

Il percorso terminerà nella sala “Incontri” dove Giovanni Guarino, attraverso la narra­zione conclusiva, farà sì che le conoscenze apprese negli spazi espositivi si consolidino. Quella di selezionare i miti di Falanto, Ercole e Persefone è stata una scelta artistica del Crest: tra quelli presenti al Museo MarTa sono, sicu­ramente, i più importanti e grande è il loro legame con Taranto.

«La collaborazione del Crest con il Museo Archeologico risale a tanti anni fa – ha sottolineato Guarino – Negli ultimi tempi si è, però, ulte­riormente consolidata grazie al lavoro della direttrice con la quale abbiamo creato un sistema progettuale molto in­cisivo.

Con “Appuntamenti con il mito” offriamo la possibilità di visitare il Museo in modo diverso. Falanto, Ercole e Persefone sono tre miti che si collegano al percorso del­la città. Racconteremo che non sono stati gli spartani a creare Taranto che ha riferi­menti molto più antichi, ripor­tati nelle teche. Daremo vita a quelle teche e riporteremo indietro nel tempo i visitato­ri. A spasso fra 5000 anni di storia».

Ecco il calendario: il 27 otto­bre l’appuntamento è con il mito Falanto, il 10 novembre con quello di Ercole e il 24 novembre, per chiudere, si parlerà di Persefone. Tutti gli incontri, della durata di un’o­ra e mezza circa, avranno inizio alle 11. Solo cinquanta i posti disponibili: la preno­tazione, dunque, è obbliga­toria al numero 099:4538639 o inviando mail all’indirizzo prenotazioni@novaapulia.it. Costo del ticket: euro 8,00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche