Cronaca News

Controlli dei carabinieri, scattano tre arresti e sei denunce


La caserma dei carabinieri di Grottaglie

Tre arresti e sei denunce a piede libero nel bilancio di un servizio di controllo del territorio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Martina Franca. Il Nucelo radiomobile insieme alle Stazioni di Grottaglie e Montemesola, hanno arrestato e condotto nella casa circondariale di Taranto un venticinquenne di Grottaglie, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, condannato ad espiare la pena di due anni e cinque mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; un trentatreenne di Montemesola, condannato ad espiare la pena di sei mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole del reato di ricettazione.

E’ finito, invece, ai domiciliari un quarantaseienne di Grottaglie, condannato ad espiare la pena di otto mesi perché riconosciuto colpevole del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.Nel corso degli stessi servizi sono state denunciate in stato di libertà sei persone ritenute responsabili di diversi reati: una perché, a seguito di controllo alla circolazione stradale, si è rifiutata di sottoporsi agli accertamenti circa lo stato di alterazione psicofisica legata all’uso di sostanze stupefacenti; una per furto di energia elettrica poiché, a seguito di un controllo effettuato all’interno dell’attività commerciale che gestisce è risultata aver manomesso il contatore Enel; una per atti persecutori ai danni della moglie; una poiché, durante un controllo alla circolazione stradale, è stato trovato alla guida della sua auto in stato di ebbrezza; due per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti poiché, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sono state trovati in possesso, rispettivamente, di 53 e 17 grammi di hashish. Infine, sono stati segnalati alla Prefettura di Taranto quattro giovani trovati in possesso di 15 grammi di hashish

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche