Calcio News Sport

Panarelli-Ragno, tifosi del Taranto divisi

Squadra al bivio dopo l’avvicendamento in panchina. Domenica arriva il Gladiator

I tifosi del Taranto
I tifosi del Taranto

Divisi. E, forse, non potrebbe essere altrimenti. L’esonero di Nicola Ragno, allenatore scelto (anche) a furor di popolo per il suo curriculum da vincente, ha lasciato il segno tra i tifosi rossoblu. Tifosi che, poi, non sono concordi sulla scelta del presidente Massimo Giove di richiamare in panchina Luigi Panarelli. La scorsa stagione, con una serie di buoni risultati – e prestazioni sicuramente positive – Panarelli aveva fatto diradare lo scetticismo che aveva accompagnato la sua nomina al timone del club ionico. La disfatta nella finale playoff con il Cerignola (5-1) e, soprattutto, le parole nette dello stesso Giove che nel dopogara del Monterisi ne anticipava in diretta l’allontanamento oggi fanno storcere il naso a qualcuno.

Nelle piazze virtuali dei supporters si teme anche “l’effetto Braglia” ricordando che, come accaduto con Ragno, l’allenatore più quotato in circolazione venne ingaggiato e poi mandato via da Taranto dopo una manciata di gare; per tornare a vincere subito in altri contesti. Dall’altra parte, i più ottimisti ricordano proprio il bel gioco che aveva caratterizzato la gestione Panarelli, prima della sciagurata partita con il Cerignola di quel Bitetto che pure era stato accostato al Taranto per il dopo Ragno. Eredità della finale persa al Monterisi è una squalifica di due giornate che ora Panarelli deve scontare, a partire dalla partita di domenica allo Iacovone con il Gladiator. Match per il quale è partita la prevendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche