News Provincia

Due postazioni per ricaricare auto elettriche a Statte

Il Comune pensa alla mobilità sostenibile con il progetto Smart Grids

Il Comune pensa alla mobilità sostenibile
Il Comune di Statte pensa alla mobilità sostenibile

STATTE -Il Comune pensa alla  mobilità sostenibile.

“Proporre la Sostenibilità Am­bientale significa proporre an­che azioni di infrastruttura­zione che possano anticipare i cambiamenti. E’ in questa ma­niera che il Comune di Statte, attraverso l’assessore all’Ecolo­gia e Ambiente Angelo Miccoli e il sindaco Franco Andrioli, ha voluto presentare al partenaria­to socio-economico territoriale il progetto “Smart Grids” sulla realizzazione di “sistemi intel­ligenti di distribuzione dell’e­nergia” finalizzati alla mobili­tà elettrica”. Così in una nota stampa dell’amministrazione comunale.

L’Ente dopo aver illustrato i pro­getti già in atto per la mobilità sostenibile (progetto sperimen­tale di bike sharing), ha esposto ai rappresentanti di Upi Puglia, Cgil, uil, Ugl, Cisal e Uiltec i dettagli del piano che prevede la possibilità di due postazioni infrastrutturali per la ricarica di auto elettriche- prosegue la nota- il progetto prevede infatti la sistemazione di colonnine di ricarica in prossimità di un im­pianto fotovoltaico già esistente presente sul tetto della scuola Giovanni XXIII.

L’opera presentata al parte­nariato economico e sociale prevede, inoltre, la riqualifica­zione di un’area di oltre venti­mila metri quadri antistante la scuola, che oltre alle colonnine di ricarica (posizionate davanti alla scuola e in prossimità della sede comunale), sarà rigenerata con la creazione di un parco ur­bano, con aree ludiche e percor­ si arborei, al servizio dell’intera collettività.

Il partenariato economico e sociale ha apprezzato la meto­dologia di confronto proposta, avanzando inoltre l’ipotesi di seguire più da vicino tutto il percorso di sostenibilità messo in atto dall’amministrazione co­munale di Statte. Si è convenuto, infatti, per la creazione di una piccola Rete per la Sostenibilità che vedrà partecipi i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, dato­riali e di categoria per dare con­tinuità alla fase di confronto.

Le organizzazioni presenti han­no inoltre avanzato la proposta di farsi portavoce di questo percorso presso i loro associati e iscritti, attraverso la divulga­zione delle misure in atto, degli incentivi previsti e dei servizi messi a disposizione dal Comu­ne di Statte.

Le organizzazioni sindacali -conclude la nota- hanno inoltre chiesto l’inserimento delle loro rispettive rappresentanze all’in­terno del percorso complessivo che l’ente intende realizzare in favore della mobilità sostenibi­le e della sostenibilità ambien­tale”.

1 Commento
  1. Fra 8 mesi ago
    Reply

    Pensate a raccogliere tutta la spazzatura sparsa per il vostro territorio innanzitutto ,non è mica colpa di Mittal o dell’ex Ilva ,illuminateci la zona ,rimettete i cassonetti ,la gente sta scaricando di tutto ,siete bravi a prendere accordi economici per lo smaltimento della spazzatura altrui . A proposito ma a Taranto esistono le ricariche per i mezzi ibridi?siamo ancora ai tempi della 126/127 ,ritmo ,lancia Fulvia e cose …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche