22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca News

Raffica di controlli a Taranto, presi parcheggiatori abusivi

Denunce anche per furto di elettricità e gas

Una volante della polizia
Una volante della polizia

Comunità sicure: raffica di controlli. In campo gli agenti della Questura e dei Commissariati di Martina Franca, Grottaglie Manduria e “Borgo”, del Reparto Prevenzione Crimine e delle Polizie Locali. La Squadra Amministrativa della Divisione PAS della Questura ha notificato il provvedimento, firmato dal questore Giuseppe Bellassai, di chiusura di un circolo ricreativo del quartiere Paolo VI. Nel corso dei numerosi controlli da parte delle Volanti, il circolo è risultato frequentato da pregiudicati. L’attività di raccolta scommesse era priva di concessione AAMS e della prescritta licenza di polizia e i quattro apparecchi da gioco non erano conformi alle prescrizioni imposte e non collegati alla rete dei Monopoli di Stato. Il titolare del circolo è stato denunciato per esercizio abusivo di attività di scommesse, con il sequestro degli apparecchi da gioco e la sanzione di quasi 7mila euro.

Un’altra sanzione di 5mila euro è stata elevata per l’assenza di Scia nell’attività di somministrazione bevande. Nel corso dei controlli nel territorio di Palagiano, i poliziotti del Commissariato Borgo in collaborazione con i tecnici dell’Enel hanno scoperto un furto di energia elettrica da parte del titolare di un’autocarrozzeria che, attraverso due cavi abusivi, aveva collegato l’officina direttamente alla rete. Il danno ammonta a circa 30mila euro. Il titolare è stato denunciato per furto di energia elettrica. A Manduria, gli agenti del Commissariato hanno notificato il provvedimento del Questore di Taranto di sospensione di un centro scommesse per la durata di dieci giorni. Nel corso di precedenti servizi di “Comunità Sicure”, i poliziotti avevano riscontrato la presenza di una persona non autorizzata alla rappresentanza. Così, è scattata anche la denuncia per la titolare della sala. I servizi si sono concentrati anche nel capoluogo jonico con più di 200 veicoli controllati e numerose sanzioni legate alle violazioni delle norme del Codice della Strada e sequestri amministrativi per mancata revisione e/o assicurazione, per guida senza patente e per mancato uso del casco protettivo. Un cinquantanovenne tarantino è stato denunciato per porto di coltello, perché sorpreso dalla Squadra Volante durante un controllo nel quartiere Tamburi. Una trentenne è stata controllata  sempre dalle Volanti in piazza Fontana ed è emerso a suo carico il divieto di ritorno a Taranto, emesso nel mese di febbraio del 2018.

È stata così denunciata per la violazione del provvedimento amministrativo. Sul fronte dei parcheggiatori abusivi, i poliziotti della Squadra Volante e del Commissariato Borgo hanno notificato dieci ordini di allontanamento ad altrettante persone sorpresi ad esercitare l’attività illecite nelle vie del centro cittadino. Due di loro sono stati denunciati per la violazione del provvedimento del Daspo Urbano emesso dal Questore di Taranto. Sempre in città, il Commissariato Borgo ha denunciato per furto il proprietario di un’abitazione del quartiere Tamburi che avev allacciato la casa direttamente alla rete del gas. La situazione peraltro si è mostrata particolarmente pericolosa atteso il forte odore di gas che si sentiva all’interno dello stabile proprio a causa, come poi accertato dai tecnici della ReteGas, dall’allaccio abusivo. Gli agenti del Commissariato Borgo, infine, hanno notificato il verbale di revoca del decreto di sospensione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione ad un tarantino già noto alle forze dell’ordine che è stato condotto in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche