26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 22:33:00

Attualità News

“Tra Adriatico e Ionio, beni culturali e sviluppo del territorio”

Il Convegno internazionale di studi si terrà a Palazzo Pantaleo

Palazzo Pantaleo in Città Vecchia
Palazzo Pantaleo in Città Vecchia

Il Comune di Ta­ranto nei prossimi giorni ospiterà, presso la propria sede di Palazzo Pantaleo, il Convegno interna­zionale di Studi “Tra Adriatico e Ionio. Beni culturali e svilup­po del territorio”, organizzato dall’Università di Bari per il Pro­getto Polysemi, di cui l’Ammini­strazione comunale è partner. Il convengo è il primo di una lunga serie di eventi culturali promossi dal Comune che si svolgeranno in città nell’ambito di Polysemi nei prossimi mesi.

In programma martedì 29 e mer­coledì 30 ottobre 2019, nel Palaz­zo Pantaleo di Taranto, il Conve­gno Internazionale di Studi “Tra Adriatico e Ionio. Beni culturali e sviluppo del territorio”, finanzia­to dall’Unione Europea nell’am­bito del progetto di cooperazione Grecia-Italia, Polysemi.

Obiettivo del convegno è veri­ficare le potenzialità che i beni immateriali hanno nella crescita delle comunità. Si discuterà del­le possibili intersezioni tra im­prenditoria e cultura, dei nessi tra legislazione e politiche dello sviluppo, del ruolo dei media tra cultura e promozione del terri­torio, della letteratura di viaggio quale strumento conoscitivo della realtà. Si confronteranno oltre 30 relatori, italiani e stranieri, scelti tra imprenditori, studiosi, giorna­listi e operatori del settore.

L’iniziativa costituisce la seconda tappa di un Convegno itinerante tra Puglia e Grecia nell’ambito delle attività del progetto Polyse­mi (Park of Literary travels in Greece and Magna Graecia), nato da un’idea dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, capofila. Il progetto è realizzato in coope­razione con altri quattro partner: il Comune di Taranto, il Diparti­mento di Informatica della Ionian University – Research Committe di Corfù, il Ministero della Cul­tura e dello Sport e la Regione delle Isole Ionie. Polysemi è co-finanziato dall’Unione Europea, attraverso il Programma di Cooperazione Grecia-Italia 2014-2020. Il Comitato scientifico è composto dai professori Stefano Bronzini, Giulia Dell’Aquila, Pa­squale Guaragnella, Giovanna Scianatico e Franco Vitelli. Il Programma di cooperazione Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020 ha come obiettivo principa­le la definizione di una strategia di crescita transfrontaliera tra la Puglia e la Grecia (Regione dell’Epiro, della Grecia Occiden­tale e delle Isole Ionie), finalizza­ta allo sviluppo di un’economia dinamica basata su sistemi smart, sostenibili e inclusivi per miglio­rare la qualità della vita dei citta­dini di queste regioni.

Il programma ha una dotazione finanziaria di euro 123.176.896, co-finanziato dall’Unione Euro­pea attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr) e dai due stati membri (Italia e Grecia) con una quota nazionale del 15%. Per informazioni www.greece-italy.eu www.polysemi­park.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche