16 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 07:10:41

Calcio News Sport

Stefano D’Agostino si riprende il Taranto

Dalle difficoltà con Ragno all’assist straordinario contro la Gelbison

Luigi Panarelli
Luigi Panarelli

D’Agostino inventa, Og­giano realizza.

Il Taranto di Panarelli (squalificato, al suo posto ancora Gianluca Triuzzi) vince ancora, sul campo non semplice di Vallo della Lucania, e soprattutto pare aver ri­trovato uno dei suoi uomini chiave. Pro­prio Stefano D’Agostino, con un assist geniale a centrocampo, ha dato la palla che Oggiano è stato poi bravo a finaliz­zare. È chiaro che anche dal fantasista ligure passano le ambizioni del club io­nico di lottare per la promozione, anche in ragione di una classifica che vede la squadra tarantina assolutamente in cor­sa.

La Gelbison, tra le mura amiche dello stadio Morra, prima di ieri pomeriggio non aveva mai perso e non aveva subito nessuna rete. Seconda vittoria consecu­tiva quindi per i rossoblù che puntano sulla continuità per restare aggrappati al vertice della classifica.

Domenica turno casalingo contro l’Agro­poli. Sposito; Pelliccia (82’ Masi), Luigi Manzo, Benvenga, Ferrara; Cuccurullo (67’ Marino), Stefano Manzo; Oggiano (60’ Matute), D’Agostino, Guaita (72’ Favetta); Genchi (87’ Croce): questo il Taranto sceso in campo.

La Gelbison aveva schierato D’Agostino; Caruso, Cassaro, Mautone (63’ Rizzo), De Gregorio; Uliano, Diop (46’ Maio), Passaro (78’ Zanghi); Pipolo (88’ Zullo); Orlando (55’ Tandara), Varela.

«Sapevamo che giocare su questo cam­po sarebbe stato difficilissimo. Durante la settimana ci siamo allenati tanto per fronteggiare una squadra che sul cam­po ha dimostrato tutto il suo valore» ha dichiarato nel dopogara l’autore del gol vittoria. « Ringrazio Stefano D’Agosti­no, che mi ha dato una palla magnifica. Questo successo ci dà tantissimo morale, dobbiamo archiviarlo e pensare al pros­simo match» ha continuato Oggiano. Il Taranto dimostra quindi di esserci, nella corsa al primato. A precedere i ragazzi di Panarelli in classifica sono Bitonto, Fog­gia e Fasano: ma siamo in un fazzoletto di punti, l’impressione è che in questo girone sinora senza padroni i rossoblu possano davvero essere grandi protago­nisti. Del resto, con un D’Agostino così davvero il Taranto non appare secondo a nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche