Cronaca News

Fruttivendolo con la pistola, arrestato un insospettabile

Il commerciante aveva nascosto una calibro 7.65 tra gli accappatoi, in un mobile del soggiorno

La sede della Questura
La sede della Questura

Nascondeva una pistola tra gli accappatoi.

I poliziotti della Squadra Mo­bile hanno arrestato un quaran­tunenne tarantino, incensurato, per detenzione illegale di arma da fuoco.

Da un pezzo gli agenti della 1^ Sezione della Squadra Mobi­le tenevano sotto osservazione l’uomo, un insospettabile vendi­tore ambulante di frutta, temen­do che potesse nascondere una pistola nella sua abitazione.

Dopo aver seguito i suoi spo­stamenti, anche con riferimen­to alla sua attività lavorativa, i poliziotti in borghese hanno deciso di intervenire con una perquisizione domiciliare, tro­vando conferma riguardo ai loro sospetti.

Tra gli accappatoi in un mobile del soggiorno, è stata infatti rin­venuta una pistola semiautoma­tica perfettamente funzionante, priva del contrassegno identifi­cativo, calibro 7.65, munita di caricatore e priva di cartucce.

Dopo le formalità di rito, l’uo­mo è stato dichiarato in arresto e messo a disposizione del gip per l’udienza di convalida.

Intanto, stamattina, sarà ascol­tato dal giudice delle indagini preliminari il quarantaduenne tarantino che è stato arresta­to dalla Polizia di Stato dopo aver nascosto su un tramezzo 100 grammi di cocaina. L’uomo è difeso dall’avvocato Pasquale Blasi.

Sono stati i Falchi della Squadra Mobile ad arrestare il 42enne sospettato di fare il “corriere della droga”.Nel corso di servi­zi di appostamento è stato no­tato aggirarsi in via Dante nei pressi di un palazzo. Il 42enne alla vista dei poliziotti ha mo­strato segni di nervosismo.

La perquisizione eseguita dagli agenti idella Questura ha con­sentito di recuperare un mazzo di chiavi riguardo alle quali l’uomo non ha voluto fornire spiegazioni.

I Falchi, che avevano notato il 42enne uscire dallo stabile di via Dante, hanno così provato a entrare in un appartamento che, con molta probabilità, era in uso al sospettato.

All’interno della casa, su un tra­mezzo, è stata rinvenuta una bu­sta di plastica con all’interno tre involucri di cocaina per un peso di 100 grammi e in un cassetto della camera da letto sono stati recuperati 170 euro in contanti e un flacone di metadone. Al ter­mine dell’operazione il 42enne è stato dichiarato in arrest. Sta­mattina in programma l’udienza di convalida del provvedimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche