15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Aprile 2021 alle 19:30:02

Altri Sport News Sport

Il nuovo primato di Benedetta Pilato

La giovanissima tarantina ha migliorato il record italiano nel Trofeo Nico Sapio a Genova

Benedetta Pilato
Benedetta Pilato

Nuota sempre più veloce Benedetta Pilato. La quat­tordicenne tarantina, già vicecam­pionessa mondiale a Gwangju col record italiano dei 50 rana in va­sca lunga, si supera anche in corta stabilendo il primato nazionale in 29”41 nella prima mattina di gare del Trofeo Nico Sapio in program­ma alla Sciorba di Genova. L’allie­va di Vito D’Onghia stabilisce il settimo crono all time mondiale (primo dell’anno agonistico ov­viamente) nella graduatoria che vede in testa la giamaicana Atkin­son autrice del primato mondiale in 28”56.

Migliorato il precedente record italiano di Martina Carraro: l’at­leta genovese l’aveva stabilito lo scorso 12 dicembre quando toccò in 29”59, conquistando il bron­zo nella finale dei mondiali di Hangzhou.

Il Trofeo Nico Sapio è giunto alla quarantaseiesima edizione ed inti­tolato alla memoria del giornalista Rai che morì insieme con una se­lezione della nazionale in seguito all’incidente occorso al Convair Lufthansa in fase di atterraggio a Brema nel 1966. Lo scenario la piscina Sciorba di Genova dall’8 all 10 novembre (primi due giorni dedicati ad Assoluti e Juniores, la domenica riservata ad Esordienti e Ragazzi).

Questa estate la giovanissima tarantina Pilato ha vinto i cam­pionati mondiali giovanili in Un­gheria conquistando la medaglia d’oro nella finale di 50 Rana, la sua specialità. La quattordicenne tarantina, vice campionessa del mondotocca in 30’’60, distanzian­do di trentuno centesimi la bri­tannica Kayla Van der Merwe ar­gento in 30’’91, che precede d’un centesimo la statunitense Kaitlyn Dobler terza in 30’’92. Benedetta si conferma come il volto nuovo del nuoto – e dello sport – italiano. L’oro di Budapest è arrivato dopo l’argento di Gwangju, che ha un peso specifico maggiore perchè ottenuto ai mondiali senior, quelli dei ‘grandi’, non solo a livello ana­grafico. Benedetta è l’atleta azzur­ra più giovane ad essere salita su un podio iridato, superando anche Federica Pellegrini. “La donna in un corpo da bambina”, come la definisce Martina Carraro, quinta in 30”49, ha compiuto un capola­voro e quasi sorpreso King che ha dovuto ricorrere a esperienza e forza per evitare la sconfitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche