12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Calcio News Sport

Il Taranto risale, sfida per la promozione

Secondo posto in classifica, si profila un duello con il Bitonto di Patierno

Il Taranto
Il Taranto

«Abbiamo sempre un solo risultato a disposizione ed è per questo che approcciamo forte. A risultato acqui­sito tutto può sembrare facile, ma ogni gara ha una storia a sè e quella con l’A­gropoli poteva rappresentare una trappo­la». Può essere soddisfatto, Luigi Pana­relli.

Il secco 5-0 inflitto all’Agropoli allo stadio Erasmo Iacovone dal suo Taran­to vale la terza vittoria consecutiva nel dopo-Ragno e rilancia, definitivamente, i rossoblu che sono parsi rigenerati dal ri­torno dell’allenatore tarantino in panca.

«Questo successo così rotondo ci per­mette di aumentare la nostra autostima, ma sappiamo di non poterci rilassare perché non abbiamo ancora fatto nulla» ha detto Panarelli nel post partita. «Non possiamo esaltarci, dobbiamo rimane­re sempre concentrati e con i piedi per terra. La classifica? Non mi interessa, in questo momento dobbiamo a migliorare gara dopo gara per vincerle tutte. Devo ammettere, però, che dalla squadra ho avuto risposte importanti». «Il 5-0 fina­le premia i sacrifici di un gruppo che ha voglia di dimostrare la propria forza. Pa­narelli è stato bravo a cambiare la nostra mentalità, sta svolgendo un ottimo lavo­ro» ha dichiarato Ciro Favetta, mentre per Stefano D’Agostino, intervistato da Studio 100, «quando riesci a sbloccarle subito, queste partite diventano più faci­li. La classifica? Siamo soddisfatti per il secondo posto, ma sappiamo che manca­no ancora ventitré giornate alle fine del campionato e una squadra come la no­stra non può assolutamente accontentar­si. Dal punto di vista personale, dopo un gol e tre assist non posso che essere sod­disfatto. Sono contento per la doppietta di Genchi, ora dobbiamo far sbloccare Croce. Il Bitonto come il nuovo Picerno? Il club ha investito tanto, ma anche per loro mancano 23 giornate…». Il poker si è materializzato già nella prima frazione con le reti di capitan D’Agostino, Oggia­no, Favetta e Genchi. Ad inizio ripresa lo stesso Genchi sigla la marcatura de­finitiva. Sposito; Benvenga, Manzo L. (28’ st Allegrini), Ferrara; Pelliccia (6’ st Marino), Manzo S., Cuccurullo, Oggiano (6’ st Guaita); D’Agostino (24’ st Croce); Genchi (17’ st Matute), Favetta la squa­dra messa in campo da Panarelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche