News Provincia

Premio Bandiera Verde assegnato a Castellaneta

Il riconoscimento viene promosso dalla Cia Agricoltori Italiani

Premio Bandiera Verde assegnato a Castellaneta
Premio Bandiera Verde assegnato a Castellaneta

CASTELLANETA – La Puglia brilla a Roma e sventolano quat­tro nuove Bandiere Verdi Cia. Le province di Taranto e Lecce han­no fatto incetta di riconoscimenti al Premio promosso da Cia-Agri­coltori Italiani, giunto alla XVII edizione, assegnato ai campioni dell’agricoltura italiana, prota­gonisti della valorizzazione del patrimonio enogastronomico, pa­esaggistico e ambientale del Pa­ese. Alla cerimonia di consegna delle onorificenze che si è svolta martedì mattina nella Sala Proto­moteca del Campidoglio ha par­tecipato anche il direttore provin­ciale CiaDue Mari Vito Rubino.

Francesco Valentino Dibenedetto vince la Bandiera Verde Gold, il massimo riconoscimento asse­gnato al “campione dei campioni” fra i premiati di quest’edizione 2019. Il fuoriclasse ambasciato­re dei vini naturali ha fondato un’azienda già pluripremiata, che pratica Agricoltura Sinergica, uno stadio ancora più radicale della biodinamica, per un rappor­to più profondo tra terra, uomo e luogo. Suo l’appello a Bruxelles, davanti all’Europarlamento, per far dichiarare l’humus patrimo­nio dell’umanità dall’Unesco. Di Benedetto ha chiesto alla Cia di sostenere la sua proposta.

Nella categoria Agri-Woman vin­ce un agriturismo di Salve, che incarna il “ritorno alla terra”. Il modello di sviluppo sostenibi­le dell’azienda che si coniuga egregiamente con l’esperienza imprenditoriale femminile ha particolarmente colpito la giu­ ria del Premio: Fabiana, giovane laureata, lascia la metropoli per scommettere tutto nella sua Pu­glia, restaurando una masseria di famiglia. Ogni piatto realizzato nella cucineria ha una storia da raccontare, raccolta nel ricettario sopravvissuto al tempo e alle sta­gioni delle donne.

Oggi è un polo culturale con un suggestivo anfiteatro abbraccia­to da 700 olivi secolari dove si svolgono laboratori creativi per bambini e percorsi guidati in cui scoprire cultivar dimenticate, una lombricaia e gli orti verticali. L’a­gricoltura si coniuga con la cultu­ra e la poesia.

Nella categoria Agri-Web si ag­giudica il Premio Bandiera Verde Cia una azienda vinicola di Mon­teroni di Lecce.

L’azienda attraverso il lavoro, l’impegno e il sacrificio di quat­tro generazioni ha meritato il ti­tolo di “Impresa Storica d’Italia”. Nel 2020 festeggerà i 150 anni. Oggi si producono vini di altissi­ma qualità, all’insegna dell’inno­vazione e dell’internazionalizza­zione, che esprimono appieno il territorio.

Della strategia di valorizzazione territoriale fa parte una iniziati­va destinata ai pugliesi capaci di distinguersi in campo artistico, culturale e sportivo: da Gianrico Carofiglio a Giuliano Sangiorgi fino a Ferzan Ozpetek.

È stato assegnato un riconosci­mento speciale alla memoria di Mario Di Cristo, imprenditore del settore ortofrutticolo della provincia di Taranto, vittima di una aggressione a Policoro a set­tembre scorso.

Un gesto simbolico, da parte del­la Confederazione, per mostrare la vicinanza alla famiglia tragi­camente colpita dal lutto e per onorare la figura di Mario, un imprenditore di successo che ha fatto del lavoro e dell’impegno quotidiano le sue ragioni di vita.

“Siamo orgogliosi del successo delle nostre aziende che si im­pongono a livello nazionale e internazionale – ha affermato il presidente regionale Cia Puglia Raffaele Carrabba – i riconosci­menti assegnati costituiscono un’ulteriore certificazione di qua­lità ed eccellenza.

Sono i nostri ambasciatori del Made in Puglia nel mondo che incarnano le caratteristiche dell’agroalimentare 100% italia­no”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche