17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 19:58:19

Cronaca News

Raffica di controlli della polizia, multe e sequestri

Posti di blocco degli agenti della Questura in collaborazione con le Polizie Locali

I controlli della polizia
I controlli della polizia

Sospese diverse attività commerciali, sequestrate piante di marijuana, denunce per furto di energia elettrica. Continuano a tappeto i servizi di “Comunità Sicure” a Taranto e provincia a cura degli agenti della Questura e dei Commissariati, in collaborazione con Enel, Asl e Polizie Locali dei comuni jonici coinvolti.

La Divisione polizia amministrativa della Questura ha notificato il provvedimento di sospensione della licenza, a firma del questore Bellassai, al gestore di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande del centro città. Numerosi controlli effettuati dalla Squadra Volante avevano accertato la presenza assidua di persone con pregiudizi penali o con precedenti di polizia. La Divisione Polizia Anticrimine ha proceduto all’arresto ed al trasferimento in carcere per sconatre d3 anni e 2 mesi di reclusione di un 50enne tarantino, dando esecuzione al provvedimento della Procura Generale presso la Corte d’Appello di ripristino dell’ordine di carcerazione. Il Commissariato di Manduria, in collaborazione con la Asl, ha riscontrato in un panificio di Fragagnano gravi carenze igienico – sanitarie, con la presenza di parassiti, ragnatele sulle pareti sudicie e divelte in parecchi punti ed incrostazioni sui macchinari da lavorazione.

È stata disposta l’immediata sospensione dell’attività. A Fragagnano, gli agenti dello stesso Commissariato, in collaborazione con oi tecnici Enel, a fronte di evidenti anomalie nella fornitura di energia elettrica, hanno riscontrato la manomissione del contatore in un’abitazione privata e la totale assenza in un’altra, per un danno stimato di 20mila euro. I due proprietari sono stati denunciati per furto di energia elettrica. Inoltre, nel territorio di Manduria, sono stati segnalate all’autorità competente due persone la prima delle quali è stata trovata in possesso di 3 grammi di hashish nelle vicinanze di una piazzetta pubblica scarsamente illuminata. Nel corso di una perquisizione domiciliare a carico di un 48ennedi origine brindisina, nel giardino dell’abitazione, sono stati rinvenuti, in appositi vasi, 10 piante di marijuana di piccole dimensioni mentre nella camera da letto sono stati rinvenuti numerosi semi per un peso complessivo di 130 grammi. A San Pietro in Bevagna, due persone, fermate per un controllo dai poliziotti del Commissariato di Manduria a bordo della loro auto, sono stati denunciati per porto abusivo di oggetti atti ad offendere: non hanno dato spiegazioni plausibili circa il possesso di due coltelli a serramanico.

A Monteiasi, gli agenti del Commissariato di Grottaglie hanno elevato una sanzione amministrativa, per un totale di 3mila euro, al titolare di un panificio nel quale, di concerto con il personale Asl, sono state riscontrate gravi violazioni alle norme igienico – sanitarie. Oltre alle sanzioni amministrative è stata anche disposta la sospensione dell’attività. Nel territorio di Palagianello, gli agenti della Questura, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Lecce e la Polizia Locale, ha effettuato cinque posti di blocco, controllato più di 70 veicoli e identificato più di 120 persone. Sono state elevate diverse sanzioni per violazioni al Codice della Strada e sequestrati cinque mezzi per mancata copertura assicurativa. A fronte di diversi controlli amministrativi, il titolare di un centro scommesse è stato denunciato per la mancata autorizzazione nella rappresentanza come previsto dalla licenza di polizia. Nel territorio di Laterza, i polizotti il Commissariato Borgo, in collaborazione con i tecnici Enel hanno denunciato per furto di energia elettrica il titolare di una friggitoria che aveva manomesso i circuiti interni del contatore permettendo la sottomisurazione del 50% del consumo effettivo. Nel capoluogo jonico, infine, gli agenti della Questura, in collaborazione con le unità cinofile dell’Ufficio Frontiera di Brindisi, hanno sanzionato il titolare di un esercizio pubblico per un importo di oltre 5mila euro, con l’avvio della procedura di chiusura dell’attività. Nel quartiere Tamburi, il gestoitre di un’attività abusiva di vendita di frutta e verdura è stato sanzionato per un importo superiore a a 5 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche