Cronaca News

«Cimitero di Pulsano in cattive condizioni»

Corrosa l’armatura del colombario comunale e dal terreno spunta un tubo di ferro

Corrosa l’armatura del colombario comunale del cimitero di Pulsano
Corrosa l’armatura del colombario comunale del cimitero di Pulsano

dagli attivisti del gruppo politico Pulsano in MoVi­mento all’interno del cimitero co­munale “Don Bruno Falloni”, sono state riscontrate alcune criticità che sono state prontamente segnalate all’Amministrazione comunale.

“Abbiamo riscontrato l’ammalo­ramento del colombario comunale – dichiara Giuseppe Mastronuzzi -con i ferri d’armatura in vista, in evidente stato di corrosione. Ab­biamo, altresì, rilevato che nelle vicinanze della struttura, fuoriesce dal terreno un tubo in ferro che può costitire pericolo per i cittadini che si recano a far visita ai loro parenti defunti.

Sull’asfalto – prosegue Mastronuz­zi – sono ancora presenti i segni la­sciati dalla ditta che si occupata di migliorare, poco meno di un anno fa, l’erogazione idrica delle fontane presenti nel cimitero.

Anche dal punto di vista burocra­tico vi sono alcune questioni da ri­solvere: il parcheggio antistante l’a­rea di accesso al cimitero nuovo è ancora in attesa di essere sistemato, procedendo all’esproprio dell’area.

Secondo le vigenti norme, inoltre, l’aggiornamento della planimetria, estesa anche alle zone circostanti comprendendo le relative zone di rispetto cimiteriale, deve essere ef­fettuato ogni 5 anni.

Stante l’aumento del numero di abitanti, l’Amministrazione dovrà anche iniziare a pensare all’ulteriore ampiamento del cimitero comu­nale, per non trovarsi con l’acqua alla gola nel prossimo futuro.

I viali interni del cimitero devono essere contraddistinti con appositi numeri progressivi o con nomi di fiori e piante, attualmente assente nel nostro cimitero. Per la conser­vazione delle ceneri nelle apposite aree cimiteriali sono state stabilite delle Tariffe attraverso il Decreto del Ministero dell’Interno 1 Luglio 2002. Non sappiamo se tali tarif­fe sono applicate nel Comune di Pulsano.Il Regolamento di Polizia Mortuaria non è stato aggiornato secondo le disposizioni della Leg­ge Regionale 34/2008, modificata dalla L. R. 4/2010. Il Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria di Pulsano è del 1992 (con le modi­fiche agli articoli 88 e 95 avvenute nel 2003) e, pertanto, necessita di celere adeguamento.

La vicenda del cimitero comunale era già stata portata all’attenzione del Comune di Pulsano nel 2016 con scarso successo.

Auspichiamo, nell’interesse dei cittadini e degli operatori del set­tore, – conclude Mastronuzzi – la risoluzione delle problematiche segnalate in modo da garantire re­gole chiare ed un miglior utilizzo da parte di cittadini e operatori del settore”.

1 Commento
  1. Vincenzo 4 settimane ago
    Reply

    Un racconto VERO sul Cimitero di Pulsano, L’anno scorso mia cognata aveva bisogno di acquistare un loculo per seppellire la salma di suo suocero e, volendolo fare vicino alla sua abitazione (Lama) mi chiese di accompagnarla a visitare il Cimitero di Leporano. Non sapendo dove fosse, mi informai presso il Comando della Polizia Locale di Leporano e quì vennimmo a sapere che a Leporano non esiste il Cimitero e quello in dotazione al Comune trovavasi al fianco di quello di Pulsano. Quindi ci recammo verso Pulsano. Giunti all’indicazione stradale, dopo aver attraversato un bellissimo viale alberato che somiglia tanto al Viale di Bolgheri decantato da una bellissima poesia del Carducci, ci siamo trovati in un piazzale con due ingressi: a sinistra quello di Leporano e a destra quello di Pulsano. Entrati in quello di Leporano ci siamo trovati davanti ad un Cimitero ben tenuto, viali puliti – costruzioni nuove, cappelle gentilizie ben fatte e a schiera e soprattutto i viali asfaltati senza buche o pozzanchere. Dopo aver avuto le notizie che volevamo, abbiamo visitato anche il Cimitero di Pulsano. Dopo aver visto quello di Leporano ci siamo chiesto: “ma per caso ci siamo trasferiti all’inferno?” Vi lascio immaginare cosa intendevamo. Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche