News Provincia

Ginosa, «Bellisario: la priorità è il bene degli studenti»

Sul dimensionamento l’intervento del sindaco Parisi e dell’assessore Lippolis

Il Palazzo di città di Ginosa
Il Palazzo di città di Ginosa

GINOSA – Dimensionamento Bel­lisario: il sindaco Parisi e l’assesso­re Lippolis: “Bene e formazione degli studenti restano priorità”.

“A seguito della nota stampa tra­smessa dal dirigente scolastico reggente dell’Istituto “Bellisario’’ di Ginosa, Elena Silvana Cavallo, il sindaco di Ginosa Vito Parisi e l’assessore alla Pubblica Istruzio­ne Romana Maria Lippolis hanno voluto precisare alcuni aspetti di seguito esposti e già presentati alla Preside attraverso una missiva.

“E’ dovere di ogni Amministra­zione Comunale avere una visione a 360 gradi del proprio territorio e dei bisogni dei giovani, soprattutto alla luce di un recente studio della Regione Puglia, nel quale si evi­denzia che Ginosa è tra i Comuni della provincia di Taranto con il più alto tasso di dispersione scola­stica- dicono Parisi e Lippolis-sia­mo di fronte a un risultato ogget­tivo relativo ai numeri in continua decrescita degli iscritti al nostro Istituto “Bellisario”, nonostante l’accorpamento infruttuoso con l’Istituto “Sforza”, che non ha argi­nato questo trend dal 2013 ad oggi.In casi come questo, le Istituzioni hanno il dovere e l’obbligo morale di intervenire.

Ed è per questo che l’Ammini­strazione ha accolto e condiviso la nuova linea proposta dalla Re­gione Puglia, confermata anche con DGC n. 249 dell’ 11 novem­bre 2019, che prevede una nuova divisione in poli (Professionale e Tecnico) con l’aggiunta di un nuo­vo indirizzo di studi di “Operatore Agricolo”, che meglio si sposa con la vocazione del nostro territorio e con i progetti che ci apprestiamo a realizzare. Quanto finora espresso emerge non solo, dunque, da una visione sul futuro che questa Am­ministrazione programma, ma an­che e soprattutto dalla presa d’atto dell’eredità che riceviamo, nonchè dall’analisi oggettiva di fenomeni negativi emergenti quali consumo di alcool e droghe, disoccupazione e abbandono scolastico, che grava­no sulle spalle dei nostri ragazzi e della collettività.I numeri sulla dispersione scolastica nel nostro Comune, sono da interpretare come segnali inequivocabili: è ne­cessario apportare delle sostanzia­li modifiche, a partire dall’offerta formativa.

In tale ottica, l’Amministrazio­ne Comunale ha dichiarato il suo impegno con la sopracitata Deli­bera di Giunta Comunale a favo­rire il percorso dei futuri iscritti al nuovo indirizzo, instaurando un rapporto diretto con l’economia prevalente dell’agroalimentare in termini di possibilità di cresci­ta personale, lavoro immediato e contributo alla crescita delle aziende e della comunità tutta. In merito all’accorpamento tra “Bellisario’’ e “Perrone’’ di Ca­stellaneta, è bene precisare che il Comune di Ginosa si è limitato a esprimere opinione favorevole con l’apposita delibera a seguito di una visione non solo della condizione che i nostri giovani stanno viven­do, ma anche alla luce delle azioni che intendiamo mettere in campo per arginare i fenomeni devianti. Il tutto sarà vagliato dagli organi competenti. L’Amministrazione ha sempre cercato il dialogo con il territorio e con le istituzioni, in primis con quelle legate al mondo della Scuola. A tal proposito, si era infatti chiesto un incontro per una opportuna e doverosa discussione nel merito il 4 novembre 2019 con data prevista per l’11 novembre, ormai trascorso.

Rincresce riscontrare che tale momento di confronto non sia avvenuto e che non sia stato dato riscontro alla richiesta.

L’auspicio è che il dialogo tra Am­ministrazione Comunale e Scuola sia sempre proficuo e tenga conto delle esigenze del corpo docenti, del personale ma, soprattutto, de­gli studenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche