News Spettacolo

“Cloro”, è online il videoclip del nuovo singolo di Mietta

Il brano dell’artista è attualmente disponibile in digital download e in rotazione radiofonica

Mietta
Mietta

«Finalmente ho dei brani che, per la loro struttura, pur di spessore, mi consentono di regalarvi una Mietta inedita, più leg­gera dolcemente in bilico tra l’ironia e tenacia di chi è pronta a portare in pubblico mondi musicali tenuti sem­pre nascosti, conservati nel proprio cuore; forse anche a costo di stupire».

Mietta racconta così il bra­no, scritto da Karin Ama­dori, Valerio Carboni e Vin­cenza Casati e prodotto artisticamente da Diego Calvetti e Valerio Carboni.

«Mi sono sentita subito a mio agio con questa canzo­ne, è la giusta conseguenza di “Milano è dove mi sono persa”.

Ci sono due cose che mi piacciono di questo brano: il testo, che riesce a esse­re di qualità pur con l’uso di parole inconsuete come “Cloro” e toccare momen­ti di poesia come con “se vuoi ti parlo di mio padre ma senza usare la parola distante”. E poi la gramma­tica musicale, mai bana­le, che, allo stesso tempo, riesce invece a regalare una canzone che si ricorda dopo il primo ascolto». È online il videoclip di “Cloro”, nuovo singolo di Mietta, attualmente disponibile in digital download e in rotazione radiofonica; ecco il video: https://youtu.be/ Hh5ve4qv2_M. La scorsa estate Mietta era tornata il 28 giugno con il singolo “Milano è dove mi sono persa”, scritto da Karin Amadori, Valerio Carboni e Vincenza Casati e prodotto artisticamente da Diego Calvetti «Una canzone stralunata, grintosa e passionale, l’ho sentita da subito mia, è arrivata al momento giusto con una “nuova” Daniela, che ha voglia di rimettersi in gioco. Un brano che ricorda come, a volte, per ritrovarsi bisogna perdersi». Il videoclip, girato da Mauro Russo nel Salento, è la Al via la stagione curata da Donatelli Con il film “Gloria Bell” storia surreale di Daniela (Mietta), che si ritrova ad una festa senza invito, dove tutti ballano, con la musica che prende il posto dei pensieri e la testa che gira come unico punto di riferimento, per poi svegliarsi, il giorno dopo, avendo dimenticato tutto, tranne una canzone, che continua a girarle in testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche